sabato 26 marzo 2011

Di stipendio in stipendio, amen


Calderoli lo conosciamo tutti, purtroppo. E' uno di quei personaggi che non ha bisogno di presentazioni. E quindi, forse, non varrebbe neppure la pena di commentare la sua ultima emerita cretinata (in risposta a questa dichiarazione di Fini).

E' solo perché ogni volta che sento una scempiaggine di questo signore, penso che qualcuno lo ha messo a fare il ministro della Repubblica.

Nessun commento:

Posta un commento

Vangelis (un ricordo)

Leggere della dipartita di Vangelis mi è dispiaciuto. Stimavo il grande compositore greco non solo e non tanto per la quantità di colonne s...