mercoledì 7 ottobre 2009

Lo scudo fiscale per 400 euro

Secondo il Vangelo, il tradimento di Gesù da parte di Giuda è costato 30 denari. Il tradimento degli elettori del centrosinistra da parte di "certa sinistra", per usare un'espressione cara a Emilio Fede, è invece costata 400 euro. Mi riferisco alla ormai nota vicenda dei parlamentari del Pd, quelli che invece di trovarsi sui banchi del Parlamento, dove avrebbero dovuto essere per evitare che la porcata dello scudo fiscale diventasse legge, erano altrove.

Come forse ricorderete, nella concitazione e irritazione del momento i vertici del partito assicurarono sanzioni nei confronti degli assenteisti. Bene, quelle sanzioni sono finalmente arrivate. Niente espulsione dal gruppo parlamentare, come alcune voci parevano dare ad intendere, ma una bella multa, una multa sonora: 400 euro! Lo scrive, guarda un po', l'Unità in questo articolo. L'unico parlamentare - scrive sempre il quotidiano - passibile di espulsione a causa dello spropositato numero di assenze accumulate dall'inizio della legislatura, tale Antonio Gaglione, fiutata l'aria se l'è svignata prima, trovando "rifugio" nel gruppo misto della Camera.

Gli altri, gli assenteisti "occasionali", ma evidentemente in questo caso determinanti, se la caveranno appunto con 400 euro di multa, che è un po' come se domani io fossi multato per l'equivalente di un caffé. La presa per i fondelli continua.

Nessun commento:

Posta un commento

Vangelis (un ricordo)

Leggere della dipartita di Vangelis mi è dispiaciuto. Stimavo il grande compositore greco non solo e non tanto per la quantità di colonne s...