domenica 24 gennaio 2010

Matrimoni

Il ministro dell’istruzione Mariastella Gelmini, indefessa sostenitrice delle radici cristiane del nostro paese e della presenza del crocifisso nelle aule scolastiche, impegnata da mesi nel tentativo di impedire lo svolgimento di attività alternative all’insegnamento della religione cattolica, si è sposata oggi a Sirmione del Garda. La cerimonia si è svolta poco dopo la mezzanotte con il rito civile (lo sposo ha alle spalle un divorzio) all’interno del municipio, aperto per l’occasione. La sposa è al sesto mese di gravidanza. Alle nozze hanno assistito due importanti esponenti di un governo che non manca occasione di far notare la propria sintonia con la morale cattolica: il premier Silvio Berlusconi (già divorziato, è in corso la richiesta di una ulteriore separazione), e il ministro ai beni culturali Sandro Bondi (separato).

(via Uaar)

4 commenti:

Maurizio ha detto...

Altra dimostrazione che della pubblica amministrazione ne fanno quello che vogliono.
Come se fosse loro!

Aprono il comune a mezzanotte!!!
Prova tu,comune mortale,a chiederlo per vedere come ti rispondono.
Non mi pronuncio sulle presenze,potrei vomitare insulti.

Ciao
Maurizio

Andrea Sacchini ha detto...

Beh, dai, per la Gelmini questo e altro... :-)

Romina ha detto...

Di fronte a questo tripudio di valori cattolici, così ben rappresentati e onorati, quasi quasi mi commuovo. :-P

Saluti

Andrea Sacchini ha detto...

Sì, diciamo che la coerenza non è mai stato il piatto forte di questo governo... ;)

Fede

Dibattere amichevolmente con un cattolico è sempre un esercizio intellettualmente stimolante, e la chiacchierata di ieri con un collega ne è...