martedì 12 gennaio 2010

Emergenza carceri

Lo so, dell'emergenza sovraffollamento delle carceri, che sotto questo punto di vista fa assomigliare il nostro paese a uno del terzo mondo, ho già parlato parecchie volte in passato. Ci ritorno un attimo sopra perché oggi il ministro Angelino Alfano, quello dell'omonimo lodo, ha annunciato che chiederà lo stato di emergenza al prossimo cdm.

Il ministro ha detto che presenterà contemporaneamente il suo piano carceri, che "poggerà su tre pilastri".
Vi sarà, ha detto Alfano in aula, "un piano di edilizia giudiziaria che ponga il nostro Paese al livello delle sue necessità", ossia a un "livello di capienza attorno agli 80mila posti".

Il "secondo pilastro", ha proseguito Alfano, saranno "norme di accompagnamento che attenuino il sistema sanzionatorio per chi deve scontare un piccolissimo residuo di pena". Terzo e ultimo intervento, "una politica del personale". In questo contesto, ha spiegato il Guardasigilli, "saranno assunti duemila nuovi agenti di polizia penitenziaria" per "migliorare la condizione complessiva delle nostre carceri".

Lodevoli iniziative. Mi permetto solo due osservazioni. Spero innanzitutto che le "norme di accompagnamento che attenuino il sistema sanzionatorio per chi deve scontare un piccolissimo residuo di pena" non siano una sorta di mini-indulto mascherato - qualcun altro ci aveva già fatto l'occhiolino recentemente. In secondo luogo, vorrei ricordare a chi se ne fosse dimenticato, che il vulcanico guardasigilli aveva già annunciato in pompa magna, in un'infuocata conferenza stampa ferragostana, la presentazione di uno straordinario mega piano carceri da portare in parlamento il 15 settembre. Poi, com'è prassi ormai consolidata, tutto è morto lì, nessuno se n'è più ricordato e non s'è saputo più niente.

Tra un proclama e l'altro, oggi è arrivata la richiesta dello stato d'emergenza, che morirà regolarmente da qui a dopodomani: se ne riparlerà al prossimo proclama.

4 commenti:

  1. ma non ti stanchi mai di scrivere cose di parte! Alfano è un grande e ci penserà lui a mettere in regola i carceri e a rinnovare la giustizia.
    Ho già letto di te dei messaggi in questo forum in cui difendi i bingo bongo giù in calabria e te ne esci che siamo tutti razzisti ma sono falsità io rispetto gli animali e quindi i negracci e non sono razzista il problema invece è il perbenismo e il buonismo di voi di sinistra.
    noi leghisti siamo tutta un'altra cosa.

    anonimo leghista

    RispondiElimina
  2. Ho già letto di te dei messaggi in questo forum in cui difendi i bingo bongo giù in calabria e te ne esci che siamo tutti razzisti

    No no, ti sbagli, il fatto che io pensi che i leghisti sono razzisti è molto antecedente ai fatti della Calabria.

    Vedi, io non so se c'entri "il perbenismo e il buonismo di voi di sinistra", come dici tu. Per quel che mi riguarda so solo che ogni giorno ringrazio il cielo perché qualcuno, da qualche parte, non mi ha messo tra quelli che ragionano come te.

    RispondiElimina
  3. non capisco di che razzismo parli. tu devi comprendere che questi tizi sono stati ospitati, gli sono stati dati tutti gli agi, gli si è dato un lavoro. a casa loro non hanno un lavoro. occupano il nostro spazio vitale, rubano i lavori ai nostri figli e pretendono addirittura di venir pagati. dovrebbero essere loro a pagare noi.
    inutile continuare comunque vedo che tu sei delle tue idee buoniste che non portano a nulla.

    ti saluto

    RispondiElimina
  4. I clandestini non dovrebbero entrare in Italia. Ma una volta che sono qui, non li si può sfruttare in modo vergognoso e prendere a fucilate mentre fanno lavori che i nostri disoccupati disdegnano.

    Lo sai chi ha scritto questo? Vittorio Feltri. Uno dei più pericolosi "buonisti" attualmente in circolazione.

    Saluti.

    RispondiElimina

Obiezione di coscienza

Tra tutto ciò che ho letto e ascoltato relativamente all'obiezione di coscienza in campo medico, le parole più belle e condivisibili le ...