giovedì 20 maggio 2010

Intercettazioni, Sky ricorrerà alla Corte europea dei diritti dell'uomo



Sono già molti i giornalisti che hanno dichiarato che qualora passasse questa porcata faranno disobbedienza civile. In pratica riporteranno le notizie come hanno sempre fatto e, in caso di sanzioni o di arresto, si appelleranno in tribunale alla Corte Costituzionale o, come ha dichiarato Sky, alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo.

Il web sta mettendo in campo una mobilitazione con ben pochi precedenti (qui l'elenco), mentre nei prossimi giorni sono previsti sit-in e manifestazioni davanti al Parlamento. Nel frattempo arriva la notizia di una piccola marcia indietro.

Questa porcata passerà, ma gliela faremo sudare.

1 commento:

Tra astensionismo e Paola Cortellesi

Continuano a circolare sui social post indignati in cui si mette in correlazione la quota di astenuti alle europee dello scorso weekend col ...