sabato 25 aprile 2009

Notizie in pillole (19)

Sbarchi e linea dura. Lo so, mi ripeto, ma non posso fare a meno di segnalare, come ho fatto altre volte, i dati del Viminale sugli sbarchi dei clandestini nel nostro paese. Secondo Repubblica, i dati aggiornati al 22 aprile dicono che gli arrivi sono stati oltre 6.000, esattamente il doppio rispetto al medesimo periodo dell'anno precedente. Il quale anno, ha visto complessivamente gli sbarchi raddoppiare rispetto a quello ancora precedente. Continua insomma il trend positivo.


Querela per diffamazione via Facebook. In italia dovrebbe essere il primo caso, almeno così dice il Corriere. Un imprenditore ha denunciato per diffamazione un ex collaboratore che lo avrebbe più volte apostrofato "bastardo" sul celebre social network. In linea di principio mi trovo d'accordo con l'imprenditore, se non altro perché le cose si dicono in faccia.


Sagrestani e svastiche. Un arzillo sagrestano, che presta servizio in una parrocchia di Vigevano, ha pensato bene, magari per adeguarsi al clima delle celebrazioni del 25 aprile, di accogliere i fedeli con una svastica in bella mostra sul braccio. Alle rimostranze dei parrocchiani indignati pare che si sia appellato alla libertà di pensiero e al fatto che è di destra. Vabbè, se la mette così direi che lo possiamo anche compatire scusare.


Potenza della noia. Terminato da tempo, per fortuna, il periodo dei lanci dei sassi dai cavalcavia delle autostrade, pare adesso che stia prendendo piede una nuova moda, ovviamente anche questa provocata dalla noia dei nostri giovani che non sanno più cosa inventare per fare notte: il lancio dei sedili dai treni in corsa. Parecchi episodi sarebbero stati denunciati in particolare dalla Polfer di Alessandria. La stupidità umana abbraccia così nuove e impensabili frontiere.


Sfondi (di XP). Avete presente l'immagine della dolce collinetta verde sotto il cielo azzurro che è lo sfondo di default che compare dopo una reinstallazione di Xp? Beh, esiste per davvero e si trova in California.


Liberazione. Oggi è il 25 aprile, festa della liberazione. Ce l'hanno ormai menata talmente tanto, principalmente con un mare di polemiche inutili e pretestuose, che probabilmente si ricorda anche chi non gliene è mai fregato niente. In ogni caso, anche se è un giorno festivo, io lavoro, quindi per me sostanzialmente non cambia niente. Comunque sia, buon 25 aprile a tutti. E senza polemiche.

3 commenti:

  1. guarda ti faccio vedere una cosa

    vai qui

    http://www.haisentito.it/articolo/angelo-idi-il-sacrestano-nazista-di-vigevano/14701/

    ti rendi conto a che punto siamo arrivati.

    sua maestà berlusconi ha proposto anche di equiparare partigiani a repubblichi.

    stai a vedere che mi toccherà risarcire chi ha fatto deportare mio zio in Jugoslavia!!!

    che sfascio totale!!

    RispondiElimina
  2. >ti rendi conto a che punto siamo arrivati

    Sì, mi rendo conto, e sinceramente non so bene neppure cosa aggiungere come commento.

    Il sagrestano in questione è balzato agli onori delle cronache in virtù più che altro della apparente contraddizione tra il suo "mestiere" e la sua professione politica, ma non va dimenticato che l'idea di cui si fa fiero portatore è, purtroppo, ancora ben radicata in ampi strati sociali della popolazione italiana.

    Insomma, di gruppi neonazisti che si richiamano all'operato di Hitler ce ne sono a bizzeffe, pur non facendo riferimento esplicitamente al nome o ai simboli in quanto in Italia l'apologia del nazismo è un reato penale.

    Che dire di più? Siamo messi così, prendere o lasciare.

    Io lascio.

    RispondiElimina
  3. io non so che dire..

    lasciare per andare dove? cambiamo paese.

    la cosa che mi fa arrabbiare è che il suo mettersi la svastica al braccio rappresenta solo un affronto, un affronto a coloro che sono morti per colpa del nazismo.

    io gli avrei mollato due pugni in faccia a quel signore.

    RispondiElimina

Obiezione di coscienza

Tra tutto ciò che ho letto e ascoltato relativamente all'obiezione di coscienza in campo medico, le parole più belle e condivisibili le ...