lunedì 4 ottobre 2021

Cosa mangiamo

Da un po' di anni mi sono messo in riga con l'alimentazione. Dopo una adolescenza e una giovinezza gravemente sregolate (fino a circa trent'anni sono stato eufemisticamente in sovrappeso), ho cominciato piano piano a darmi una regolata e, senza seguire diete particolari, semplicemente eliminando molti cibi e bevande spazzatura, ho raggiunto un peso accettabile, anche se sempre sopra il canonico numerino generato dal rapporto altezza/peso.

Una decina di anni fa ho scoperto di avere qualche problema di ipertensione, risolto, dietro consigli del mio medico, eliminando sale, caffè e altre cose, e cominciando a camminare e ad andare in bicicletta. Ho ridotto drasticamente pasta, pane e carboidrati in genere e ho aumentato le verdure. Oggi posso dire di essere a posto: peso perfettamente in linea col famoso rapporto altezza/peso e ipertensione sparita (ho anche smesso di russare, per la gioia di chi dorme con me).

Poi, oggi, ho letto questo post di Diciottobrumaio e ho pensato che tanto valeva che avessi continuato a mangiare cibo spazzatura.

5 commenti:

  1. in effetti è meglio non sapere cosa ci mettiamo nel piatto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oppure si ha la pazienza di documentarsi attentamente circa la provenienza di ciò che si mangia e sui prodotti chimici usati per preservare gli alimenti. Ma chi è che lo fa?

      Elimina
  2. Sembra semplice perché il post è breve e succinto, ma è una cosa che, se fatta seriamente e come si deve, richiede anni (e impegno).
    Poi, però, ci si accorge che ne è valsa la pena.

    RispondiElimina
  3. E bravo te! Io da parecchio cerco di mangiare "bene" nel senso di evitare i cibi confezionati e lavorati il più possibile. Per fortuna non mi manca il tempo di cucinare! Per frutta e verdura mi affido principalmente a un'ortolana della mia città che, oltre a fornirmi cose a chilometri zero, non usa antiparassitari. Detto questo: a volte ho anch'io l'impressione che sia una lotta contro i mulini a venti. E comunque prima o poi di qualcosa dobbiamo morire... XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, su questo non ci piove. E poi, se ci pensi, che senso ha arrivare al momento del trapasso con le analisi perfettamente a posto, senza nemmeno un po' di eccesso di colesterolo? :-)

      Elimina

Il crollo dei miti

Non credo di aver mai letto niente di Alice Munro. La conosco di fama (è impossibile non conoscere una scrittrice che ha vinto anche il Nobe...