venerdì 24 dicembre 2021

Vigilia a casa

Ieri, poco prima della fine del turno (gran cosa la tempestività), l'azienda ci ha comunicato che oggi non si sarebbe lavorato. Curiosa questa cosa, dal momento che normalmente il giorno della vigilia è sempre stato lavorativo, ma va bene, prendiamo su, ché un giorno di riposo in più è tutto grasso che cola. Tra l'altro, oggi non è neppure eccessivamente freddo e quindi non è escluso che dopo pranzo vada a fare una delle mie camminate in collina dalle parti di palazzo Marcosanti.

Queste feste di Natale saranno contraddistinte dalla compagnia di un ospite inquietante e piuttosto invadente chiamato Omicron, per contrastare il quale il governo ha messo in campo una serie di provvedimenti last minute dei quali, francamente, a volte fatico a comprendere la ratio e che, leggevo giusto stamattina, stanno sollevando una vigorosa serie di proteste da parte di molti operatori economici. Il green pass rafforzato per poter consumare una colazione al bar anche senza sedersi ai tavoli ha mandato in bestia i baristi, ad esempio, anche se io raramente ho trovato un bar in cui mi sia mai stato chiesto, 'sto benedetto green pass. Anche l'obbligo di indossare la mascherina ffp2 per poter accedere alle sale cinematografiche sta creando vibranti proteste. Per non parlare, poi, della chiusura tour court delle discoteche fino alla fine si gennaio, visto che qua nel riminese un quinto degli introiti annuali di questi locali si realizza proprio nei giorni a cavallo di capodanno.

A proposito di capodanno, sono saltati per decisione del governo anche tutti gli eventi e gli spettacoli già programmati nelle piazze delle città. Qua a Santarcangelo era previsto uno spettacolo organizzato dai Mutoid, che tornavano ad animare la festa del 31 dicembre a distanza di qualche anno dall'ultima volta che lo fecero. Peccato, forse un giretto l'avrei fatto. Il 29, però, farò la terza dose, quindi è probabile che il 31 non sia proprio in formissima. Il capodanno in TV mi disgusta, mi ha sempre dato l'impressione di felicità e allegrie forzate, finte, false. Probabilmente guarderemo un film e poi, passata la mezzanotte, a dormire, ché io non sono mai stato un animale notturno.

16 commenti:

  1. Anche mio marito l'hanno lasciato a casa d'ufficio quest'anno, invece al figlio maggiore tocca lavorare stamattina.
    Ho appena letto l'elenco delle nuove regole, alla fine per me non cambia nulla perchè non avevo comunque intenzione di andare in giro a gozzovigliare. Mi sa che farò come te: un film per fare mezzanotte, brindisi e poi nanne!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, la faccenda delle regole vale anche per me. Non sono mai stato un "viveur", per cui le restrizioni adottate non mi toccano. Certo che per le attività interessate non dev'essere facile, purtroppo, e le loro incazzature dal loro punto di vista sono comprensibili.

      Elimina
  2. Tu almeno attendi la mezzanotte.
    Io, da quando son sposata, vado a dormire intorno alle 22, perché mio marito ha sempre lavorato la notte di San Silvestro, e Lorenzo non regge sveglio a lungo.
    Insomma, ci alziamo il giorno dopo ed è già anno nuovo.
    Tanto cosa cambia? Solo il calendario. 😉
    Buon Natale a te e alla tua famiglia.
    Goditi questa giornata di riposo in più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di solito la attendo perché abbiamo l'abitudine di andare a fare mezzanotte a cena a casa di amici. Solo l'anno scorso, non potendo uscire di casa, sono andato anch'io a dormire verso le undici.
      Buon Natale anche a tutti voi :-)

      Elimina
  3. Mio marito va sempre a dormire presto mentre io guardo la Tv fino a mezzanotte. A me cambiano poco le restrizioni,non vado mai per bar,feste ...Buon Natale!

    RispondiElimina
  4. Del Natale non me ne può fregà de meno (anzi, trovo tutto 'sto casino una gran rottura), e capodanno idem come sopra. Andrò a dormire come al solito, cioè presto.
    Io la terza dose l'ho fatta ieri (Pfizer dopo 2 Astrazeneca) e anche stavolta nessun effetto collaterale... per quel che vale ti direi di andare tranquillo.
    Ciao, buone letture e passeggiate!

    RispondiElimina
  5. Tutto sommato mi piace il Natale. Sono bei ricordi, nell'infanzia soprattutto ma anche dopo. Buon Natale, Andrea.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anch'io ho dei bei ricordi di quand'ero bambino e ragazzino.
      Ciao Ettore, buone feste a te.

      Elimina
  6. Mi pare che le cose cambino troppo velocemente, il vaccino insegue il virus, ma quanto potrà ancora durare questa situazione non lo sappiamo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, è così, noi corriamo dietro a lui ma lui è molto più veloce di noi. E tutto questo durerà finché non saremo in grado di fare l'"azione killer": vaccinare tutto il mondo nel più breve tempo possibile, cosa che non stiamo facendo.

      Elimina
  7. Buon Natale Andrea! Lo scorso anno c'era il coprifuoco, quindi mezzanotte molto casalinga (ammesso di arrivarci.. ahah); per quanto riguarda le prescrizioni, possono essere senza senso, ma disincentivano mosse che a volte possono causare eventi inconsapevoli, come le tue abituali colazioni. Mi dispiace per le categorie colpite, ovviamente, ma resto convinto che un paio di mesi di blocco serio, porterebbe risultati, anche se - sempre ovviamente - manca la controprova.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, manca la controprova. Buone feste, Franco.

      Elimina
  8. Sia sempre benvenuto il giorno di ferie inaspettate, l' importante che siano pagate 😂 buone feste!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, direi che sia indispensabile :-)
      Buone feste a te.

      Elimina

Menti teleologiche

Ho parlato già, in passato, di questo argomento, che per me è affascinantissimo, ma ogni tanto mi imbatto in qualche nuovo contributo che ag...