mercoledì 17 dicembre 2008

Aggiornamento eccezionale di Internet Explorer, fossi in voi lo installerei

Questo articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Microsoft ha pubblicato ieri un avviso tramite il quale dichiara che nella serata di oggi verrà rilasciato un aggiornamento eccezionale per quanto riguarda il browser Internet Explorer.

Succede molto raramente che l'azienda di zio Bill (anzi, adesso zio Steve) rilasci aggiornamenti al di fuori del tradizionale ciclo mensile normalmente previsto (l'ultimo dei quali è stato tra l'altro piuttosto corposo), e ciò è dovuto alla presenza di quelle che in gergo si chiamano falle "zero-day", che altro non sono che dei bugs e/o delle vulnerabilità non ancora coperte e risolte dalle patch.

Il problema che affligge attualmente il browser di Windows può essere sfruttato - secondo Trend Micro - da quasi 10.000 siti appositamente modificati, messi online col preciso scopo di sfruttare il bug (in parole più semplici è sufficiente visitare uno di questi siti con un Internet Explorer non patchato per infettarsi).

La patch, come detto, dovrebbe essere messa online tra circa un'oretta, verso le 19. Se proprio non riusciamo a sbarazzarci non dico di Windows, ma almeno di Internet Explorer, direi che è il caso di installarla.


Aggiornamento 21,50.

ZeusNews segnala che la patch rilasciata da Microsoft ha avuto una "gestazione" di soli otto giorni. Si tratta della patch che ha battuto tutti i record di velocità - riferiti a quello che è lo standard Microsoft - tra la scoperta di una vulnerabilità e la pubblicazione del rimedio.

4 commenti:

  1. io ho appena aggiornato firefox :-)

    credo che mi basta

    RispondiElimina
  2. Direi di sì, anche se pure Firefox ogni tanto ha qualche problemino.

    L'ultimo suo bug serio dovrebbe se non sbaglio risalire a più di un anno fa, lasso di tempo che paragonato alla frequenza con cui vengono scoperte le magagne in IE la dice lunga.

    RispondiElimina
  3. Sono contento di avere Mac e Linux

    Maurizio
    San Leo

    RispondiElimina
  4. Ultimamente sono tornato, anche se solo saltuariamente, a Xp perché non sono riuscito a trovare un equivalente linuxiano di Movie Maker, ma Linux rimane comunque il mio sistema di riferimento. Il problema, comunque, almeno in questo caso, non era del tutto sommato buon vecchio Xp, quanto di quella specie di colabrodo che è IE.

    Rimane a mio parere difficilmente spiegabile il fatto che ci siano ancora così tanti utenti che utilizzano il browser di Windows (me ne accorgo anche leggendo il report relativo ai browser che si collegano al mio blog). E pensare che le alternative gratuite, più semplici e più sicure non mancano. Bah...

    RispondiElimina

Obiezione di coscienza

Tra tutto ciò che ho letto e ascoltato relativamente all'obiezione di coscienza in campo medico, le parole più belle e condivisibili le ...