lunedì 15 dicembre 2008

Quanti di voi...

...avrebbero voluto fare la stessa cosa? :-)


8 commenti:

Anonimo ha detto...

Io gli avrei tirato un cavalletto di Berlusconiana memoria...

Ciao
Maurizio
San Leo

Andrea Sacchini ha detto...

Era un treppiede, che poi il proprietario ha pensato bene di mettere all'asta. :-)

Anonimo ha detto...

Quello che preoccupa ,adesso,è cosa succederà al giornalista,e mi pare che abbiano cominciato a menarlo da subito.
ciao
Maurizio

Andrea Sacchini ha detto...

Per adesso pare che sia agli arresti. Con la copertura legale, comunque, non dovrebbe avere problemi.

Anonimo ha detto...

Certo che avere l'avvocato di SADDAM non deve essere il massimo.

Maurizio

Romina ha detto...

Io l'avrei fatto volentieri, magari lanciando un bello stivale con il tacco a spillo affilato (ho un paio di stivali neri adatti allo scopo), un tacco che, se becca in faccia il destinatario, ferisce la carne in profondità.

Scusami, ma quando si parla di Bush divento truce.
Buona notte!

Anonimo ha detto...

Belle tutte queste incitazioni alla violenza. Questa è la cultura dell'odio a cui ci ha abituati la politica italiana.

Andrea Sacchini ha detto...

Placido,

la politica dell'odio non è rappresentata da un giornalista che tira una scarpa al presidente degli USA. A mio avviso si tratta solamente di un modo - originale, certo - di esprimere legittimo dissenso verso Bush e tutto quello che rappresenta, in particolare per quanto riguarda la politica estera.

Lo stesso Bush che, invece, per quanto riguarda la cultura dell'odio mi pare non debba prendere lezioni da nessuno: basta guardare i risultati disastrosi che ha portato la sua folle idea di occupare l'Iraq. E soprattutto le modalità in cui è maturata questa decisione.

Il fatto che per tutto questo uno gli abbia legittimamente tirato una scarpa è un incitamento alla violenza?

Fede

Dibattere amichevolmente con un cattolico è sempre un esercizio intellettualmente stimolante, e la chiacchierata di ieri con un collega ne è...