domenica 9 dicembre 2018

Il riscaldamento globale è colpa di Satana

Tralasciando la mega fesseria sulla responsabilità di Satana nella faccenda del riscaldamento globale, che ovviamente non merita commenti, c'è da evidenziare come nelle ulteriori precisazioni fornite da Cristiano Ceresani, incautamente e inspiegabilmente messo nello staff del ministero per la Famiglia, si legga:
"Il surriscaldamento della terra, lo scioglimento dei ghiacciai, la desertificazione, l’estinzione delle specie animali. Noi viviamo in un’epoca dove stanno accadendo dei fatti climatici del tutto inediti, mai accaduti nella storia dell’umanità".
Naturalmente io non sono un esperto di faccende climatiche, ma so per certo che almeno due degli accadimenti menzionati dall'ispirato pensatore non sono affatto inediti: le glaciazioni e l'estinzione di specie animali.  

Le glaciazioni e relativo scioglimento di ghiacciai al loro termine si sono infatti verificati con una certa ciclicità nella storia climatica del nostro pianeta, e l'ultima di queste ha ricoperto con un spesso strato di ghiaccio buona parte del globo tra i 15000 e 20000 anni fa, se ben ricordo. A quell'epoca, mi pare di aver letto in un libro, lo stretto di Bering che oggi divide l'Alaska dalle propaggini più orientali dell'Asia si poteva attraversare a piedi, ed era normale che fosse percorso da tribù di uomini nomadi in un senso e nell'altro, tra l'altro a riprova del fatto che non fu Cristoforo Colombo il primo europeo a mettere piede in America (e comunque ci erano già arrivati prima di lui, navigando, i leggendari Vichinghi, circa 500 anni prima).

Per quanto riguarda le estinzioni di specie animali, anche qui non c'è niente di inedito, basta leggere un qualsiasi libro di Piero Angela per scoprirlo. E poi non serve neppure leggere Angela, è sufficiente qualche nozione di scienze delle scuole medie per sapere che estinzioni di specie animali sono e sono sempre state la norma nel corso dell'evoluzione, e da ben prima che l'uomo mettesse piede sulla terra (vedi ad esempio i cari e vecchi dinosauri, giusto per fare un esempio alla portata anche di Ceresani).

L'unica estinzione che lo scrivente, qui, si augura, sarebbe quella di chi apre bocca per sparare fregnacce antiscientifiche totalmente prive di fondamento, ma non si intravvedono segnali che possano fare ben sperare in tal senso.

Nessun commento:

Posta un commento

Urlare (quando si è opposizione)

Giulio Cavalli fa notare come sia facile, dai banchi dell'opposizione, strillare cose come "la pacchia è finita", l'Italia...