martedì 31 luglio 2007

Quando i gay si baciano

Non capisco, francamente, il can can mediatico provocato dalla nota vicenda dei due gay beccati in flagranti effusioni nei pressi del Colosseo.

Probabilmente il tutto deriva dalla incongruenza delle versioni rilasciate dai due e dalla pattuglia di Carabinieri che li ha tradotti in caserma. I primi infatti dichiarano che il loro unico peccato è stato quello di essersi scambiati un semplice bacio, mentre la versione dei Carabinieri parla di qualcosa di un pò più "pesante".

A questo punto il dubbio è se i militari avrebbero agito allo stesso modo o meno se a baciarsi (o a fare qualcosa di più pesante) fosse stata una coppietta "canonica". Se infatti avessero agito diversamente si potrebbe forse parlare di abuso.

Di fronte a questi fatti, sempre più frequenti, nascono comunque spontanee molte domande: siamo un paese poco all'avanguardia di fronte al palese cambiamento dei costumi? Oppure si sta invece progressivamente perdendo quello che una volta si chiamava il comune senso del pudore? La propria libertà deve necessariamente finire dove comincia quella dell'altro?

Mah...

1 commento:

  1. Da quello che ho letto su internet e sentito alla radio, mi sembra di aver capito che i CC abbiano sorpreso la coppia in atteggiamenti di "oltraggio al pudore" e che in quella zona risultano frequenti le coppie (etero ed omo) che, presi dall'entusiasmo, si lascino andare anche se presenti turisti e gente varia. Credo che, come al solito, in Italia si faccia la caccia alle streghe all'inverso: c'è stata la violazione di una norma, invece di fare autocritica (che diamine, tutti sbagliamo!) ci si difende chiamando in causa l'appartenenza ad una minoranza, la discriminazione e alè, manifestazione contro le forze dell'ordine pro bacio in pubblico. Ma che par di ciufoli...

    RispondiElimina

Foto di gruppo

Leggo sul blog di Sara la notizia del riconoscimento dato allo studio legale che ha assistito la Gkn nella controversia che ha portato all...