sabato 7 luglio 2007

Io sto dalla parte del toro (2)

Come ho già scritto l'anno scorso sul mio sito internet, in occasione della corrida a Città del Messico durante la quale un toro ha saltato la recinzione e ha cominciato a distribuire cornate a destra e a manca, anche per la nota celebrazione annuale dell'encierro di Pamplona, io sto dalla parte del toro.

Scusate, ma non ho mai concepito l'autolesionismo.

2 commenti:

  1. Ahimè questo non è autolesionismo. Qui si tratta di spettacolirazzione del maltrattamento verso gli animali (il toro è un animale, ma forse lo si dimentica) misto a vecchie tradizioni dure a morire!

    Sicuramente si potrà obbiettare che vicino casa nostra ci sono giornalmente uccisioni di vitelli e polli solo per dilettare i nostri banchetti. Questo è vero. Ma sicuramente il momento della soppressione dell'animale non mi pare sia occasione per una festa di paese!

    Se qualcuno a Pamplona ad es. si spezza l'ossicino del collo durante i tumulti cittadini, sono pronto a gioire insieme ai tori!!

    RispondiElimina
  2. Anche perché questo è uno di quei casi in cui uno, diciamolo, un pò se l'é cercata.

    RispondiElimina

Sostituzioni etniche

Mi veniva da sorridere (anche se in realtà c'è ben poco da ridere) mentre leggevo che il suprematista bianco responsabile a Buffalo del...