sabato 7 dicembre 2019

Mia cugina Rachele (che avevo già letto)

Invogliato da questo bel post di Romina, ho preso in mano Mia cugina Rachele, di Daphne Du Maurier, che ho trovato nella libreria di mia mamma in cui conserva ancora molti dei libri che leggeva da giovane.


Il libro in questione, che vedete qui sopra, fu pubblicato dalla fu Arnoldo Mondadori Editore - oggi credo non esista più con questa denominazione - nel febbraio del 1966, costava all'epoca 350 lire e faceva parte di una collana di classici della letteratura che uscivano a cadenza settimanale e che mio padre regalava a mia madre quand'erano fidanzati.

Arrivato al terzo capitolo ho però realizzato compiutamente ciò che avevo già cominciato a sospettare nel secondo, e cioè di averlo in passato già letto. Non ricordo quando - forse in gioventù - ricordo parzialmente la trama e ho dimenticato completamente l'epilogo, quindi continuerò a leggerlo come se fosse un libro che prendo in mano per la prima volta. Credo che il piacere sarà il medesimo.

6 commenti:

  1. Che bello quando riscopri qualcosa ma non la ricordi del tutto!
    Buon ri-godimento^^

    Moz-

    RispondiElimina
  2. il titolo non mi ispira per niente, ma se è una storia ambientata nell'ottocento me lo leggerò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, sai, a volte libri che hanno titoli attraenti si rivelano deludenti e viceversa. Io sono a metà di questo e lo trovo molto bello. Poi vedi tu...

      Elimina
  3. Devo averlo letto, o visto il film, ma della Du Maurier ho letto e visto il film,
    " Rebecca, la prima moglie" entrambi molto belli ancora adesso.
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovrebbe esserci anche quello nella libreria di mia mamma. Sarà una delle mie prossime letture.

      Elimina

La casa senza ricordi

Di Donato Carrisi avevo letto, tempo fa, Il suggeritore e l'avevo trovato molto avvincente. Questo, invece, il suo ultimo romanzo, abba...