lunedì 16 marzo 2020

Desperation e Santarcangelo

Desperation, uscito nel 2006 per la televisione, è la trasposizione cinematografica dell'omonimo romanzo di Stephen King pubblicato dieci anni prima. Desperation è una sperduta e abbandonata città mineraria nello sconfinato Nevada. Mi è venuto in mente questo film poco fa, quando, uscito dal lavoro, ho attraversato una Santarcangelo abbandonata e chiusa come non avevo mai visto. Certo, non c'erano cespugli che rotolavano al vento, né gente morta sulle strade, macchine vuote ferme ai semafori, sangue sui muri e orde di corvi e coyote in ogni angolo del paese, ma a parte questo, Santarcangelo sembra Desperation, in questi giorni.

5 commenti:

  1. Eh, purtroppo un po' ovunque è così.
    Anzi... DEVE essere così.

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Tutta L'Italia è così mi auguro #stateacasa

    RispondiElimina
  3. Le nostre città o cittadine o paesi sono tutte Desperation in questo momento storico.

    RispondiElimina
  4. Ieri, affacciata al balcone, nel vialetto condominiale è apparsa una coppia. Li ho guardati con stupore e se fossi stata una bambina avrei gridato: guarda due esseri umani.
    Sì, qui non c'è nessuno per strada ma i palazzi in restaurazione hanno ricominciato oggi i lavori di ristrutturazione esterna dei palazzi. Niente rumori umani, quindi, solo meccanici. E fa impressione.
    Ciao.

    RispondiElimina

Le distanze dal fascismo

La signora Meloni, già in odore di investitura a PresDelCons, ha cominciato a fare qualche dichiarazione in chiave disconoscitrice del vent...