giovedì 5 marzo 2020

Barillari e il coronavirus


Do una notizia a Davide Barillari: con l'epidemia del coronavirus ci guadagna anche l'editoria, dal momento che nelle edicole fioccano libri, libriccini, opuscoli e inserti vari con tutto ciò che bisogna sapere sul famigerato Covid-19. E c'è il non trascurabile rischio che ci guadagnino pure le aziende che costruiscono le mascherine. Per quanto riguarda Big Pharma, invece, nello specifico le aziende farmaceutiche che lavorano al vaccino, che sembra non sarà pronto prima di un anno, beh, un eventuale guadagno lo faranno quando sarà eventualmente stato trovato e comincerà la commercializzazione. Prima è un po' difficile.

5 commenti:

  1. Lo tirano fuori a tempo di record, il vaccino... altroché :)

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Mi era sfuggito che il Barillari fosse anche un alabardista spaziale :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, lui è tante cose. È noto che i complottisti sono molto versatili :)

      Elimina
  3. Il mio vicino di casa ha una piccola tipografia. Già con la crisi ha dovuto licenziare i lavoranti ed è rimasto solo e adesso non lavora proprio, perchè quì a Roma sono stati annullati tutti gli eventi e lui lavorava appunto su questo e con questo. Adesso è a terra e prima che si riprenderanno i piccoli commercianti ci vorranno anni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace. Temo purtroppo che andando avanti saranno sempre di più le attività economiche che risentiranno di questa epidemia.

      Elimina

Al voto?

Quindi, domani si vota. Ma come? Molti saranno probabilmente già sicuri, molti altri no. Io sono tra questi ultimi. L'unica certezza che...