giovedì 5 marzo 2020

Trump e l'OMS

Dice Trump che i dati dell'Organizzazione mondiale della sanità, che danno l'indice di mortalità del coronavirus al 3,4%, sono falsi. Uno si chiede subito su quali basi il presidente USA faccia una affermazione di questo genere, immaginando che sia in possesso di solida documentazione a corredo, e a chi gliene chiede conto risponde: "E' una mia impressione basata sulle conversazioni che ho avuto con molta gente".

Capito, no? Lui parla con la gggente e si fa un'impressione. Dati? Documentazioni? Fonti? No, impressioni. Viene in mente Berlusconi quando nel 2009, a un anno dall'inizio della grave crisi economica di cui subiamo ancora oggi gli strascichi, diceva che non c'era nessuna crisi, perché lui andava nei ristoranti e negli aeroporti ed erano sempre pieni, la crisi era un'invenzione della sinistra e dei giornali (della sinistra).

È difficile, ancora oggi, credere che un personaggio simile (Trump) sia alla guida della prima potenza economica del mondo. Eppure.

2 commenti:

  1. Ho letto anche io XD
    Oh, eppure io dico: perché gli permettono di dire certe cose?
    Cioè, non sanno che sono deleterie per lui stesso, frasi così sciocche?

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Deleterie? Mah... Tieni conto che lui pesca in quel genere di elettorato che adora queste sbruffonaggini. Un po' come Salvini da noi.

      Elimina

[...]