venerdì 25 febbraio 2022

Sordi e la Padania

Il 24 febbraio 2003 se ne andava Alberto Sordi. All'epoca la Padania, organo della Lega Nord, scrisse qualcosa tipo "Un romano simpatico", come a voler dire che tutti gli altri romani erano antipatici se non peggio. Mi ricordo questo particolare perché all'epoca girava in rete e questa uscita della Padania fece irritare parecchio la blogosfera. 
Solo per ricordare ai tanti più o meno finti distratti cos'era la Lega prima della svolta nazionalista del "prima gli italiani".

4 commenti:

Sari ha detto...

Per quel che so, direi che la lega non è affatto cambiata. Visti gli insuccessi e i disastri, ha imparato a dosare gli argomenti e a cavalcarli a suo vantaggio. Si è fatta furba, insomma.
No so perchè ma i comici non mi piacciono. Penso che lo sberleffo possa aggravare situazioni anziché portarle semplicemente alla luce... quasi si facessero carico dei nostri tratti sociali assolvendoli. So che non sarai d'accordo con quanto scrivo, nessuno mi ha mai confortato su questo argomento... ;)
Ciao Andrea.

Andrea Sacchini ha detto...

Non direi che la Lega non sia cambiata. Magari come "anima" rimane quel guazzabuglio di ignoranza e razzismo che sappiamo, ma che nella sua politica abbia adottato posizioni nazionalistiche è indubbio. I comizi al sud di Salvini e il reiterato e ridicolo "prima gli italiani" contestuale all'abbandono di slogan su Padania e secessione, stanno lì a dimostrarlo.

Per quanto riguarda i comici, non condivido la tua posizione, quindi non ti posso dare io mio conforto :-)
Penso che la comicità sia uno dei modi con cui si può sensibilizzare riguardo ai problemi. Ciò non significa, naturalmente, che la comicità possa risolverli, certo, ma se usata come forme di sensibilizzazione... perché no?
Ciao Sari.

Gas75 ha detto...

Svolta nazionalista? Perché tu ci credi? E' un'accozzaglia di gente che cavalca i malesseri e i problemi anziché attenuarli e risolverli.
E i partiti che si alleano a loro non li ritengo interessati al bene dell'Italia.

Andrea Sacchini ha detto...

Beh, diciamo che partiti realmente interessati al bene dell'Italia ne ho vedo pochini in circolazione, e non da oggi.

La Nato al fronte?

Non so se e quanto ci sia da preoccuparsi riguardo alle voci di un impiego diretto di soldati della Nato nella guerra in Ucraina, specialmen...