mercoledì 16 febbraio 2022

Referendum negato

Non mi aspettavo, sinceramente, che la Corte costituzionale respingesse il referendum sull'eutanasia, che io ho convintanente sottoscritto, e sarà interessante leggerne le motivazioni integrali. Sono deluso e anche abbastanza amareggiato perché credevo che lo scoglio più grosso da superare fosse quello di riuscire a raggiungere il numero di firme necessario, non l'ammissibilità costituzionale del quesito. Quando ho visto che le firme necessarie sono state raccolte abbastanza rapidamente, tra l'altro con un successo di adesioni che credo abbia sorpreso lo stesso Cappato (1,2 milioni di firme raccolte), mi sono rincuorato e ho pensato che il più fosse fatto.

Non sono naturalmente irritato con la Consulta, la quale ha deliberato in ossequio al rispetto di princìpi costituzionale che evidentemente il quesito violava (per questo sono curioso di leggere le motivazioni integrali); sono irritato coi partiti che, in tre anni di tempo, e cioè da quando la corte ha sentenziato sul famoso caso di dj Fabo invitando, anzi pressando, la politica affinché si decidesse a legiferare in materia, i suddetti partiti non hanno trovato il tempo di voluto farlo e hanno continuato a fare melina in attesa e con la speranza che la Consulta mandasse il quesito al macero, come è effettivamente accaduto.

Quindi, per qualche tempo ancora si andrà avanti così come si è fatto fino a oggi: chi potrà permettersi di smettere di soffrire andrà in Svizzera o resterà qui andando ad ingrossare le file dell'eutanasia illegale, gli altri continueranno a soffrire nei loro letti fino alla morte. Amen.

17 commenti:

leggerevolare ha detto...

Strano che in area di misericordia e pietà per la sofferenza il Papa e il Vaticano non abbia fatto pressioni positive

Franco Battaglia ha detto...

Io purtroppo temevo accadesse, ma so che infinite volte, senza clamore e telecamere, il tacito accordo tra medici e familiari, la pietas e il semplice buon senso, possono fare a meno di qualsiasi, asettica, legge.

Andrea Consonni ha detto...

X me una grande delusione ma almeno ci sono i 5 sulla giustizia che sono sostenuti da tutta la nostra litigiosa e frammentata galassia radicale. Aggiungo solo che fra noi radicali c'era il dubbio che i quesiti non fossero stati scritti in maniera del tutto ineccepibile, conoscendo poi come funziona la Corte e il clima del paese, con carezze vaticane e ipocrisie varie.

Andrea Sacchini ha detto...

Il Vaticano si è apertamente schierato contro. Il che ha anche una certa coerenza, dal suo punto di vista. La concezione cristiana del dolore e della sofferenza, infatti, fanno sì che vengano considerati una espiazione della colpa e una caparra per l'eternità. Per il cristianesimo il dolore ha un senso, insomma. In più c'è tutto il discorso della sacralità della vita e sul fatto che questa non sia nella nostra disponibilità. Non mi ci dilungo, altrimenti poi mi sale il nervoso.

Andrea Sacchini ha detto...

Vero. Ma sarebbe infinitamente meglio se si legiferasse e queste cose si potessero fare alla luce del sole.

Andrea Sacchini ha detto...

Ho letto che, riguardo alla giustizia, cinque su sei sono stati accolti. È stato giudicato inammissibile quello sulla responsabilità civile dei magistrati e il fatto che sia stato respinto mi vede d'accordo, per tutta una serie di motivi. Quelli giudicati ammissibili li devo ancora approfondire bene e poi valuterò.

Pier ha detto...

a quanto pare basta l'eutanasia passiva...

Gas75 ha detto...

Una dimostrazione di non evoluzione e di servilismo verso la Chiesa.
Io sono comunque a favore, infatti firmai a suo tempo; ma da come sono stati manipolati i referendum per la caccia, finché non si va a votare per quelli, alle urne si sognano di vedermi, specie se lì non fanno i "preziosi" a chiedere il green pass come invece se devo entrare in posta per ritirare o spedire un plico.

Andrea Sacchini ha detto...

Che fine hanno fatto, poi, quelli sulla caccia?

Andrea Sacchini ha detto...

A quanto pare...

Sara ha detto...

Direi che essendo tutti esperti di diritto costituzionale possiamo evitare di leggere le motivazioni.

Andrea Sacchini ha detto...

Immagino che ci sarà chi saprà renderle digeribili anche a noi profani. Contavo su quello, a dire il vero.

leggerevolare ha detto...

Infatti hanno dimenticato la misericordia... pessimo segno per i cristiani

Flo ha detto...

L'eutanasia merita una legge organica e ben scritta. Temo che, se venisse regolamentata da una legge frutto di tagluzzamenti referendari, ne verrebbe un accrocchio discutibile. Troppo delicato il tema e pericolose le conseguenze.
Spero, ovviamente, che questa vergognosa voragine legislativa venga colmata presto e, soprattutto, bene.

Andrea Sacchini ha detto...

Sembra che qualcosa si stia muovendo, in parlamento, ma mi faccio poche illusioni, le leggi di civiltà qua in Italia hanno sempre incontrato infiniti ostacoli, basta guardare la fine del ddl Zan...

Flo ha detto...

Vero...

Gas75 ha detto...

Uno respinto per irregolarità di acquisizione delle firme, agli altri due si è "inceppato" 🙄 il server per confermare la firma tramite SPID.
Inoltre è stata fatta ben poca chiarezza sul fatto che erano tre e non due, molti uffici comunali erano sprovvisti della modulistica per firmare, i gazebo itineranti si sono visti dove c'erano volontari per allestirli dotati di una figura autorizzata alla convalida delle firme...
Insomma, per fare le cose storte non ci sono mai tutti questi cavilli, decidono inter nos, spesso anche a orari e in giorni non sospetti.

Anarchici in famiglia

A volte invidio la vita "anarchica" di Francesca, mia figlia minore, anche se spesso non concordo con le sue scelte. Anarchica nel...