venerdì 23 giugno 2023

Non è un paese per vecchi


Non mi riferisco al nostro, ovviamente, il quale è notoriamente un paese vecchio e per vecchi. Mi riferisco a questo romanzo di McCarthy terminato poco fa.

Cormac McCarthy è morto qualche giorno fa e, incuriosito dalla marea di recensioni positive su molti suoi romanzi, ho voluto leggere qualcosa. Sono così andato in biblioteca e ho trovato Non è un paese per vecchi e Suttree, che inizierò a breve. 

Non è un paese per vecchi, che narra una vicenda legata al contrabbando di droga sul confine tra Texas e Messico, l'ho trovato un romanzo che inchioda alle pagine, soprattutto per lo stile veloce e asciutto che contraddistingue la prosa del grande narratore texano. I dialoghi tra i protagonisti sono veloci, incisivi e spesso spiazzanti. Ma è soprattutto un libro che induce a riflettere sulla deriva morale del genere umano, sulla presenza di "disegni" che stanno dietro alle scelte che ognuno compie e, più in generale, suscita più di una riflessione sul senso della vita. Molto molto bello.

6 commenti:

  1. Complimenti per la nuova e bella veste grafica! Per il momento sono spiazzata, ma mi abituerò...;-))
    Il libro non l'ho letto, avevo visto il film dei fratelli Coen ma è passato tanto di quel tempo che non mi ricordo praticamente niente.
    Allora buon nuovo inizio, se così si può dire... e grazie per tutto ciò che scrivi, che trovo sempre interessante e spesso prezioso.
    Un abbraccio caro Andrea,
    siu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho adottato questa veste grafica molto minimalista perché il vecchio layout mi dava noie con la disposizione degli elementi, e siccome io sono uno che in genere non ama perdere tempo dietro ai tecnicismi, ho dato un taglio ai suddetti elementi. Non credo comunque che sarà la veste grafica definitiva. Vedremo.
      Per quanto riguarda il film in questione credo che lo recupererò, anche se l'esperienza mi insegna che la stragrande maggioranza dei film tratti da romanzi sono quasi sempre delusioni.
      Per il resto, grazie a te della tua presenza qui. In genere mi limito a scrivere pensieri slegati quando ne ho voglia, ma se a qualcuno piacciono, la cosa mi fa sempre piacere.
      Ciao Siu, un abbraccio :-)

      Elimina
  2. Da come parli del libro deduco che non hai visto il film, altrettanto bello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti non l'ho visto ma, come dicevo a Siu qui sopra, probabilmente lo recupererò.

      Elimina
  3. Si è più agevole il tema grafico.

    Tornando a Corman, hi in lista di comprare La Strada, Surtrre e Meridiano di sangue. Mi dicono tutti che il maggior scrittore contemporaneo USA, mancati da pochissimo. Il film dei Cohen è bellissimo., ma non ho letto il libro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il film mischia bene gli elementi dello scrittore, c'è un gruppo di attori straordinario nelle loro parti.

      Elimina

L'attentato a Trump

Già la rielezione di Trump era fino a oggi piuttosto probabile, adesso direi che sia quasi sicura. L'immagine di lui col viso insanguina...