sabato 13 aprile 2024

Acquisti libreschi

Oggi e domani qua a Santarcangelo c'è il Campo lavoro. Ovviamente non potevo mancare e per la modica cifra di 6 euro ho portato a casa tutto questo ben di dio.

Il libro di Asimov lo cercavo da un po' perché mi era stato segnalato da Andy nei commenti a un mio post precedente. Oltretutto, del grande Asimov non avevo mai letto niente (colpevolmente!) prima d'ora, quindi trovare quel libro è stato un po' come vincere alla lotteria. 

Di Alicia Giménez-Bartlett avevo letto qualche anno fa Riti di morte, uno splendido thriller/noir (ne avevo scritto qui) che mi aveva inchiodato alle pagine. Ravanando sui banchi mi è capitato per le mani Un bastimento carico di riso: potevo lasciarlo lì?

L. A. Confidential, di James Ellroy, lo conosco per via indiretta. Nella mia cdteca ho una raccolta di musiche di Ennio Morricone e, tra queste composizioni, ce n'è una chiamata appunto L. A. Confidential, che presumo faccia parte della colonna sonora del film tratto dal romanzo. Ecco perché ho preso il libro.

Colui che sussurrava nel buio, di H. P. Lovecraft, l'ho invece preso perché, se non ricordo male, fu inserito da Stephen King, nell'autobiografia On writing, tra i libri che nella vita bisogna assolutamente leggere. 

Il signore degli anelli l'ho preso perché... beh, perché è Il signore degli anelli, e sebbene l'abbia già letto da giovane, una copia da tenere a casa mi mancava. E comunque ho intenzione di rileggerlo a breve.

Soddisfattissimo.







8 commenti:

  1. Sono tutti libro che non ho mai letto.Buona lettura.

    RispondiElimina
  2. Approvo, gran bella spesa!
    Lovecraft dovrebbe essere più letto e rivalutato, alcuni dei suoi racconti sono splendidi. Il mio preferito è "La cosa sulla soglia".
    Ellroy ha un modo di scrivere molto interessante, fatto di frasi in genere abbastanza brevi. Bello il romanzo ma tieni presente che è piuttosto diverso dal (bellissimo) film, anche se le due versioni hanno lo stesso spirito. Non mi spiego invece la connessione con Ennio Morricone, dato che le musiche del film sono di Jerry Goldsmith, con prevalenza di ritmi anni '50.
    "Il Signore degli Anelli" è vero, va letto. Però è una gran palla: voglio dire, la storia è magnifica, ma la scrittura ti fa venir voglia di urlare.

    RispondiElimina
  3. Purtroppo La cosa sulla soglia non c'è. In questa raccolta di racconti ci sono: Colui che sussurrava nel buio, Il modello di Pickman, Il colore venuto dal cielo, L'orrore di Dunwick e La maschera di Innsmouth. Peccato.

    Per quanto riguarda Ellroy, il romanzo, che ho già iniziato a leggere, è molto bello. Mi pare ricordi un po' lo stile di McCarty. Il film non credo che lo guarderò, in genere evito le trasposizioni cinematografiche dei romanzi che mi sono piaciuti. Per quanto riguarda Morricone, niente, errore mio, mi sono confuso con un altro film. Cancella tutto.

    Riguardo a Tolkien, sì, ricordo che è a tratti prolisso fino all'inverosimile, ma mi è comunque venuta voglia di rileggerlo. Magari lo farò quando sarò in ferie.


    Ciao LadyJack.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andrea.
      Anche "Il modello di Pickman" non è male... se, naturalmente, apprezzi il genere horror -inquietante!

      Elimina
  4. Non ho letto nessuno dei tuoi acquisti, però un po' ti invidio per la spesa così piccola per tanti libri. "Il campo lavoro" è un mercato dei libri usati?
    Mafi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che è una specie di mercatino dell'usato di qualsiasi cosa che si tiene una volta all'anno da queste parti. Le gente porta ciò di cui non sa come disfarsi e tutto viene messo in vendita. Il ricavato va in beneficenza.
      Ciao Mafi.

      Elimina

La "frociaggine" del papa

Alla fine sembra che quell'espressione papa Francesco l'abbia usata davvero. Dal Vaticano si affrettano a metterci una pezza dicend...