mercoledì 21 novembre 2018

A Camillo Langone



Ieri mia figlia più grande, Michela, ha discusso la sua tesi, dal titolo Tecnologie come ponti virtuali a favore dell'intergenerazionalità, e si è laureata in Educazione sociale e culturale. Dedico la sua laurea a Camillo Langone e a tutti i poveretti come lui, che sono purtroppo ancora tanti.

Sono orgoglioso di te, Michi!

5 commenti:

  1. Sono rimasto senza parole leggendo Langone. È incredibile che in pieno terzo millennio ci sia ancora chi pensa in questo modo. Comunque sia, congratulazioni per tua figlia.

    RispondiElimina
  2. Complimenti alla figlia. Longone fa parte della schiera che mi sembra in aumento che vorrebbe fare precipitare questo mondo in un medioevo prossimo venturo.

    RispondiElimina
  3. Di fronte alla gioia per il bel traguardo raggiunto da tua figlia (congratulazioni!!), Langone preferirei non degnarlo neanche di uno sguardo.

    RispondiElimina
  4. Quel langone mi pare tanto uno di quei fondamentalisti del cattobigottismo che vorrebbero tornare a un periodo in cui le donne erano solo macchinette sfornafigli senza alcun diritto alla cultura. Complimenti a tua figlia alla facciazza dei talebani come langone!

    RispondiElimina

Let it be

Ieri, mentre strimpellavo al pianoforte Let it be, mi chiedevo se la mother Mary citata nella canzone indicasse la vergine Maria, come l'...