giovedì 22 ottobre 2020

Punti

Ho sempre guardato con sospetto chi mette più di un punto esclamativo al termine di una frase. Per non parlare poi di chi semina puntini di sospensione come se fosse Pollicino. In generale, guardo con sospetto ogni forma di sovrabbondanza di segni interpuntivi. Credo sia un retaggio degli insegnamenti della signora Silvana, la mia maestra delle elementari, la quale ricordo che guardava con sospetto addirittura un solo punto esclamativo, e ci intimava di usarlo solo in casi eccezionali nei quali volessimo imprimere una particolare forma di perentorietà alla frase, altrimenti il normale punto andava benissimo. 
Boh, non so, sarà che viviamo nella società dell'opulenza, dove c'è sovrabbondanza di tutto, e non vorremo mica lesinare sui segni di interpunzione?

8 commenti:

  1. I tre puntini li uso spesso, mi piace lasciare in sospeso un discorso, non chiuderlo definitivamente. E' un invito al dialogo, vuol dire che se hai qualcosa da rispondere lo ascolto volentieri.
    I tre punti esclamativi credo di metterli solo quando non posso o non voglio mettere una faccina che ride!
    Pensa te che influenza a lungo termine possono avere le maestre...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I tre puntini li uso anch'io, ma tre, non quindici o sedici in sequenza.
      Ho un buon ricordo della mia maestra delle elementari. Forse perché a scrivere me la cavavo bene e allora mi aveva preso in simpatia :-)

      Elimina
  2. un discorso scritto infarcito di puntini di sospensione o esclamativi mi fa sempre sospettare una pochezza di contenuto.
    massimolegnani

    RispondiElimina
  3. tre punti solo e basta... ancora li conto quando scrivo

    RispondiElimina
  4. Colpevole !!! Io non sono abilitata a mettere faccine e quindi ,
    per dare enfasi , metto puntini e esclamativi . Mi piacciono .
    Mi assolvi ?
    Buona serata . Laura

    RispondiElimina

I generali e Netanyahu

Questa cosa la dicevano in tempi non sospetti vari analisti geopolitici come ad esempio Lucio Caracciolo, Dario Fabbri e altri. Tutti quelli...