martedì 11 dicembre 2007

Chi fa violenza alle donne?

(fonte immagine tgcom.it)

Il rapporto Istat (qui in pdf), riportato ieri dai media, mi pare che permetta di vedere sotto una luce un pò diversa molti dei fatti che ogni tanto riempiono le cronache (tipo questo), e consenta altresì di sfatare qualche luogo comune.

Il primo di questi è sicuramente quello di identificare lo stupratore medio con l'immigrato, idea sempre piuttosto radicata nelle italiche menti (che è probabilmente frutto anche di certe campagne giornalistiche e televisive). Il dato infatti che dice che il 70% degli stupri avviene in ambito familiare ed è opera di partner, fidanzati e mariti, penso sia abbastanza eloquente.

Naturalmente il sondaggio, per stessa ammissione dell'Istat che l'ha svolto, va preso con le molle, perché la stragrande maggioranza (qualcosa come il 90%) delle donne che subiscono violenza evita di denunciarlo. Tutto sommato, però, almeno indicativamente, una sua valenza dovrebbe averla.

Alla luce di tutto ciò, converrete con me che suona un pò ipocrita lo strombazzamento sincronizzato di giornali e tv ogni volta che capitano fatti tipo quello di Tor di Quinto che linkavo a inizio articolo. Fermo restando, ovviamente (cosa che nessuno dei media ha sottolineato), che uno stupro è sempre uno stupro di troppo, a prescindere da chi lo faccia.

Nessun commento:

Posta un commento

Bruno Vespa

Se durante la mia lunga carriera di lettore qualcuno mi avesse detto che sarebbe arrivato un giorno in cui avrei letto un libro di Bruno Ves...