sabato 24 marzo 2018

Fico e Casellati

Roberto Fico non so chi sia. So solo che è un pentastellato, note biografiche zero, né per ora mi interessa sapere altro. Neppure della signora Casellati so niente, se non che è una berlusconiana di vecchia data, ma anche di lei note biografiche zero, né per ora mi interessa conoscerle, e neppure in futuro, presumo.

L'unica cosa a cui riesco a collegarla è un vecchio dibattito televisivo in cui la signora dal fare pacioso e tranquillo veniva fatta a pezzi da Travaglio. Non ricordo di preciso quale fosse il casus belli né quale la trasmissione, l'unica cosa che ricordo è che la discussione verteva su una delle innumerevoli leggi che il tipo delle cene eleganti usava cucirsi addosso con la perizia di un sarto intento a confezionare un vestito.

Credo si parlasse di intercettazioni, ma potrei sbagliarmi, potrebbe essere stato anche il processo breve. Comunque sia, ricordo 'sta signora che ripeteva come un disco rotto sempre le stesse balle, e quando Travaglio, dati alla mano, le faceva notare che quelle che sparava erano appunto balle lei si fermava un attimo e poi, come se niente fosse, rimetteva su il disco.

Ecco, adesso avremo 'sta tipa a dirigere il Senato, e magari già da lunedì rimpiangeremo Grasso.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

non è il fatto che sti due tizi nessuno li conosca. Posso dirti però che questa Casellati è parcheggiata a Palazzo madama dal 1994, ora è la seconda più alta carica dello Stato.
Il secondo è un pentastellato di 43 anni.
La cosa che mi inquiesta è che questi signori domineranno la scena politica e avranno diritto di vita e di morte su tutti noi, insieme al parlamento e al prossimo governo.
Non credevo di dover rimpiangere il periodo in cui i socialisti rubavano a man bassa.
Purtroppo mi devo ricredere.

Andrea Sacchini ha detto...

Beh, i presidenti delle due camere sono sostanzialmente dei burocrati senza potere legislativo, quelli che avranno più "potere di vita e di morte", ammesso di volerla mettere in questi termini, saranno quelli che andranno al governo.

Dan X ha detto...

Non li conosco nemmeno io, ma non mi sembrano né meglio né peggio di tutti i poltronai che li hanno preceduti da una trentina d'anni a questa parte. E, comunque, concordo con la tua risposta all'anonimo qui sopra: i presidenti delle camere valgono come il due di bastoni quando briscola è denari.