venerdì 3 aprile 2020

Lutero


Iniziato stamattina e finito stasera. Lutero, la parola e la Riforma è un saggio storico, scritto da Federica Meloni, sulla vita di Martin Lutero (vero nome: Martin Luder), accademico e teologo agostiniano tedesco, vissuto a cavallo fra il 1400 e il 1500, che seppe sfidare l'immenso potere della Chiesa semplicemente brandendo la Bibbia e dando così i natali alla Riforma protestante.

Conoscevo a grandi linee la sua storia e le sue vicende, ma leggerle nel dettaglio mi ha consentito di avere una visione completa d'insieme di questo personaggio affascinante e carismatico. Uno dei saggi più belli letti ultimamente.

6 commenti:

  1. Lessi anni fa una biografia su Lutero ed è indubbio che la sua vita è stata straordinaria: è un uomo che ha operato una grande svolta e un risveglio spirituale nel suo tempo (e non solo), e questo glielo si riconosce a prescindere poi da quanto ci si senta vicini o meno al protestantesimo e ai suoi insegnamenti dottrinali (io, ad es.,lo sono).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è stato indubbiamente un rivoluzionario. Mi ha colpito di lui il fatto che sia stato un uomo estremamente colto non solo solo in ambito teologico ma anche in altri campi. Incline al dibattito e all'esposizione dettagliata e documentata delle sue posizioni, raramente non prevaleva con le argomentazioni sul suo interlocutore, e gli va riconosciuta una fierezza intellettuale del quale peraltro andava piuttosto orgoglioso. Il suo più grande merito è stato quello di aver messo alla berlina il livello di marciume e corruzione della Chiesa dell'epoca, anche se quella odierna non è che sia tanto diversa, a ben guardare.
      Non sono credente, ma se lo fossi sono sicuro che abbraccerei per tutta una serie di motivi il mondo protestante, non certo quello cattolico. Mondo protestante a cui sono comunque vicino economicamente, dal momento che ogni gli devolvo il mio 8 x 1000 (è l'unico modo per aggirare il sistema truffaldino di attribuzione escogitato dalla chiesa cattolica).

      Elimina
  2. Se riesci, allora, prova a leggere "Vita di Erasmo da Rotterdam" dell'immenso Stefan Zweig. Troverai Lutero anche lì.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto volentieri, anche se qualcosa di lui ho letto nel libro su Lutero.

      Elimina
  3. Io l'8 x mille l'ho sempre dato ai Valdesi. Protestanti ante litteram. Purtroppo di Lutero ho una conoscenza superficiale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anche io ai valdesi.
      Beh, di libri su Lutero ce ne sono molti, magari un giorno ti rifarai.

      Elimina

Suicidi

Qualche giorno fa, a Cesena, una ragazza di 16 anni è salita sul tetto di una scuola per suicidarsi, gesto poi sventato dall'arrivo dei...