mercoledì 31 luglio 2019

Riapriamo i forni

Così, di primo acchito, viene quasi da sorridere. Ma non c'è niente da ridere, è un dramma che veicola impotenza, preoccupazione, quasi paura, perché poche decine di intervistati sono solo la punta dell'iceberg di un'ignoranza generalizzata e radicata, che non permette di farsi neppure una minima idea di come funziona il mondo. Non c'è da stupirsi che poi ci si ritrovi con governi come questo.

Nessun commento:

Posta un commento

La Giornata della memoria (con un po' di storia)

A dire il vero non volevo scrivere niente sulla Giornata della memoria, perché tutto l'universo Internet ne parla e il mio contributo no...