sabato 13 luglio 2019

Il ragazzino che leggeva

Non so se questo ragazzino leggesse per noia, per ripicca verso i genitori che magari l'avevano trascinato lì nonostante a lui non fregasse niente del match o per chissà quale altro motivo. Non so neppure se questa cosa sia vera o sia una bufala, né in fin dei conti mi interessa andarlo a verificare. Mi piace semplicemente l'idea che un ragazzino, in barba a tutto e a tutti, se ne stia beatamente immerso nel suo libro, una scena quasi rivoluzionaria in un mondo dove non legge più nessuno, men che mai i giovani.

Nessun commento:

Posta un commento

La Giornata della memoria (con un po' di storia)

A dire il vero non volevo scrivere niente sulla Giornata della memoria, perché tutto l'universo Internet ne parla e il mio contributo no...