domenica 7 luglio 2019

Mi sono stancato, chiudo i commenti

Ho portato pazienza finché ho potuto, ma io non posso ogni volta che mi affaccio alla sezione moderazione dei commenti mettermi a selezionare i pochissimi buoni dai tantissimi spam (solo stamattina me ne sono trovati in coda più di trenta).

Questo blog lo gestisco da ormai tredici anni per hobby nei ritagli di tempo, e in coda a una classifica di interessi che vedono prima leggere libri, suonare il pianoforte, la chitarra, ascoltare qualche buon CD, passeggiare in collina e altro (senza escludere che nella vita devo pure lavorare, purtroppo, ma questo non rientra nella categoria degli interessi).

Mi piace scriverci, intendiamoci, chiunque lo faccia sa che scrivere è una potente forma di terapia e di sfogo, ma non sono disposto a sacrificarci più tempo di quello richiesto per la stesura dei post. Perciò chiudo i commenti, almeno finché Google, a cui appartiene questa piattaforma di blogging, non farà qualcosa per arginare questo problema in qualche modo, e non credo che non avrebbe la possibilità di farlo, se volesse.

Finché il problema dei commenti spam non si risolverà, o almeno finché non mi tornerà la pazienza di mettermi di nuovo a spulciare nella pagina di moderazione, ho pensato di fare così: chi vuole commentare un post lo faccia via mail. Non è il massimo della praticità e dell'immediatezza, lo so, ma al momento mi sembra sia l'unico modo, spero solo temporaneo, per consentire un minimo di interazione tra me e i miei trentadue lettori. Poi si vedrà. La mia mail la trovate nella colonna qui a destra e la riporto qui sotto:

andreasacchini116@gmail.com

Buona domenica a tutti.

Fede

Dibattere amichevolmente con un cattolico è sempre un esercizio intellettualmente stimolante, e la chiacchierata di ieri con un collega ne è...