lunedì 30 gennaio 2023

Freddo alle cinque

Stamattina alle cinque, mentre andavo al lavoro, guardavo le persone che in piazza, a Santarcangelo, montavano le banchette per il mercato del lunedì. A quell'ora c'erano zero gradi e mi sono venute in mente tutte le volte che io, che ho un lavoro al chiuso, riparato e col riscaldamento, mi sono lamentato di qualcosa.

È che a volte noi, quando ci lamentiamo, facciamo molta fatica a pensare che altri possono stare un po' peggio. Probabilmente a causa del nostro individualismo e della sudditanza che abbiamo nei confronti del nostro "io", che ci fa pensare che tutto ruoti sempre intorno a noi e ci impedisce di rapportarci all'alterità.

4 commenti:

  1. leggerevolare30/01/23, 16:58

    Anche io penso la stessa cosa quando entro nel mio letto caldo sotto il piumone. E ringrazio di avere questo perchè non tutti possono e anche se sembra una piccola cosa per me è tanto. Elisa

    RispondiElimina
  2. Hai perfettamente ragione, siamo privilegiati, in tutti i sensi, eppure molti di noi lo dimenticano.
    sinforosa

    RispondiElimina
  3. Diamo per scontato un benessere che non lo è affatto.

    RispondiElimina
  4. Tipicamente umano, tipicamente contemporaneo.

    RispondiElimina

Manifestazioni

Mi pare di averlo già scritto in altre occasioni. Non condivido questo modo di manifestare, pur condividendone in questo caso le...