venerdì 8 aprile 2016

Sul matrimonio di Bergoglio

Ogni singolo sproloquio di stamattina di Bergoglio, relativo ai concetti di matrimonio e famiglia, si potrebbe smontare con relativa facilità, avendo voglia e tempo, a cominciare da quello sulla "famiglia naturale", che è un misto tra un ossimoro e una cretinata solenne, fino ad arrivare a quello sul matrimonio, sacralizzato in maniera abnorme e ingiustificata dalla chiesa laddove perfino san Paolo lo considerava qualcosa meno di un fastidioso rimedio per gli incontinenti sessuali - non resci a essere casto? Almeno sposati, cazzo, diceva appunto san Paolo.
La faccenda di come Bergoglio considera i gay, invece, non la commento per decenza.

Nessun commento: