lunedì 26 luglio 2021

Quanti sono?

Scriveva ieri Repubblica che il "tesoretto" elettorale rappresentato dai no-vax equivale a circa il 10-11% dell'elettorato, tesoretto che in numeri reali si può quantificare in circa cinque milioni di persone. All'interno di questo contenitore, però, non ci sono solo i no-vax duri e puri ma anche varie "sottocategorie", come gli indecisi, i diffidenti, quelli teoricamente favorevoli a vaccinarsi ma frenati da qualche timore e così via. Facendo il raffronto - per quello che vale, ovviamente - tra la percentuale di no-vax riportata da Repubblica e quella che ricavo dalle mie conoscenze reali, noto che in proporzione più o meno si equivalgono. 

Tutto questo per dire che, in generale, ho l'impressione che i contrari per qualsiasi motivo al vaccino e/o al green pass siano molti di meno da come vengono rappresentati dai titoloni che ieri occupavano le prime pagine dei giornali. Tradotto: i no-vax sono relativamente pochi ma i giornali li fanno sembrare un esercito.

14 commenti:

Opps ha detto...

Pochi, ma buoni a sollevare un polverone mediatico. Bisognerebbe usare i media per diffondere le loro vere percentuali, sbugiardandoli su quanti vogliono far credere di essere. Basterebbe già questo a far pendere gli indecisi dall'altra parte.

fulvio ha detto...

Nella tua disamina dei contrari al vaccino hai dimenticato di nominare i cretini e sono tanti.
Ciao Andrea.
fulvio

fulvio ha detto...

Dinenticavodi specificare quelli che nomino come cretini, sono quelli che alla domanda:perche non ti vaccini, rispondono con un convinto no perché no.

cristiana marzocchi ha detto...

Non so da che parte staì, probabilmente mi è sfuggito qualche tuo post, ma spero che le tue impressioni siano giuste.

Andrea Sacchini ha detto...

Io sono da sempre favorevole ai vaccini e al Green pass. Per quanto riguarda le impressioni, più che di impressioni parlerei di numeri. Se, come riportano i media, la galassia dei contrari ai vaccini pesa per un 10-11%, già da qui di vede che sono una piccolissima minoranza, a cui però i media hanno dato, e danno, un risalto che fa falsamente immaginare che siano molti di più.

Andrea Sacchini ha detto...

Sì, sono tanti, ma meno di quanto si pensi, per fortuna.
Ciao Fulvio.

Andrea Sacchini ha detto...

Vero, ma i media seguono, purtroppo, il filone sensazionalistico, che tende a ingigantire ogni notizia in chiave acchiappaclic. E i danni che fanno agendo in questo modo sono tutt'altro che trascurabili.

cristiana marzocchi ha detto...

Grazie!

giorgio giorgi ha detto...

Condivido in pieno. La Gazzetta di Modena dà sempre spazio con articoli e foto a ogni piccola azione dei no-vax. Cinquanta si radunano in piazza tutti i sabato, uno fa casino davanti alle scuole o in un supermercato, ecc. Ma che palle! Per finire sul giornale se fai qualcosa di culturale ci vogliono agganci in Paradiso e loro se fanno la pipi vanno sul giornale. La loro popolarità non dipende solo da loro!

MAX ha detto...

Son quattro gatti …quanti vuoi che siano?
Poi proporzionalmente a quelli che son stati vaccinati son veramente pochi..!
E che rompono i marroni all’ennesima potenza purtroppo

MAX ha detto...

Danni?
A me sembra sentendo i tg che sono aumentati i numeri di quelli che vogliono farsi il vaccino .
Poi ti dico solo che oggi è girato sulla mia bacheca fb un avviso dove si avvertiva che la sagra paesana del mio paesello di duemila anime in agosto veniva anticipata di una settimana prima dell’entrata in vigore del Greenpass per permettere maggiore affluenza di gente.


Andrea Sacchini ha detto...

Mi spiace che la mitica Gazzetta di Modena, in cui da giovane lavorò anche Guccini, si presti a dare spazio a questa gente. Peccato.

Andrea Sacchini ha detto...

Sì, sono quattro gatti, sono i media che li fanno sembrare quarantaquattro, in fila per tre col resto di due :-)
(Lo so, c'è poco da ridere, faccio per sdrammatizzare un po'.)

Guido P. ha detto...

Non solo i giornali. Il fatto è che fanno pure parecchio casino. Come si dice... minoranza rumorosa. Ma effettivamente se i giornali cominciassero a calcolarli di meno, non sarebbe male...

Fede

Dibattere amichevolmente con un cattolico è sempre un esercizio intellettualmente stimolante, e la chiacchierata di ieri con un collega ne è...