venerdì 19 giugno 2020

Carlos Ruis Zafòn


Qualche anno fa lessi Il palazzo della mezzanotte, che trovai per caso in mezzo ai libri delle mie figlie. Mi piacque un sacco (appartiene al genere narrativa per ragazzi). Mi ripromisi, all'epoca, di leggere altri lavori suoi ma, per un motivo o per un altro, il principale dei quali è che il reparto della mia libreria in cui "riposano" i libri in attesa è strapieno, non ho più letto niente; ma prima o poi recupererò.

Oggi se n'è andato l'autore di quel bellissimo libro, Carlos Ruis Zafòn. Mi spiace.

4 commenti:

  1. Ho amato Zafon dal primo libro che lessi per caso, "l'ombra del vento"... impossibile ignorare il suo modo di scrivere.

    Ti lascio il link all'ultimo libro che ho letto di lui e che ho commentato, sicuramente da non perdere. Ciao Elisa

    https://leggerevolare.blogspot.com/search?q=zafon

    RispondiElimina
  2. A me piaccciono molto i suoi libri, ti consiglio certamente "L'ombra del vento" che penso sia il sio lavoro migliore, ma mi sono piaciuti anche i successivi legati a quello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti, del libro da te citato ho letto in rete solo recensioni positive. Comincerò da quello ;)

      Elimina

La casa senza ricordi

Di Donato Carrisi avevo letto, tempo fa, Il suggeritore e l'avevo trovato molto avvincente. Questo, invece, il suo ultimo romanzo, abba...