venerdì 15 marzo 2019

Non c'entra la follia

Non credo c'entri la follia, come molti hanno scritto, nella strage in Nuova Zelanda. La follia si manifesta in assenza di coscienza e/o ragione, mentre qui le due componenti erano invece ben presenti entrambe: il tizio era perfettamente conscio di ciò che voleva fare (coscienza) ed aveva pianificato tutto nei minimi particolari (ha quindi usato la ragione).

La spiegazione, credo, sta semplicemente nella totale mancanza di rispetto per la vita altrui e nell'incapacità di capire la gravità di quell'azione. E ci sarà sicuramente anche altro, ma di sicuro non c'è la follia.

Nessun commento:

Posta un commento

La casa senza ricordi

Di Donato Carrisi avevo letto, tempo fa, Il suggeritore e l'avevo trovato molto avvincente. Questo, invece, il suo ultimo romanzo, abba...