mercoledì 15 agosto 2012

Ferragosto e dormizione

Oggi è Ferragosto, festa importante per molti - non tutti - cristiani. Qualcosina sapevo sul significato religioso di questa ricorrenza, ma leggendo ciò che ha detto Ratzinger, oggi, in proposito, ho imparato una cosa nuova. Il tipo dal maggiordomo loquace, infatti, ha parlato anche di "dormizione". Mi sono quindi precipitato su Wikipedia per capire cosa sia.

In sostanza, molti teologi sostengono che Maria non sarebbe morta ma sarebbe caduta in un sonno profondo, prima di essere assunta in cielo. Da qui la dormizione, festeggiata dalle chiese ortodosse e da quelle cattoliche di rito bizantino. A parte questa divergenza, una delle innumerevoli che contrappongono le varie confessioni cristiane, vale la pena segnalare che per i cattolici l'Assunzione di Maria è un dogma, proclamato da Pio XII nel 1950. I dogmi, per chi vede la cosa dall'esterno, tipo lo scrivente ad esempio, sono alcune delle invenzioni più divertenti della chiesa.

Si tratta in pratica di princìpi fondamentali che non possono essere messi in discussione, pena l'esclusione dalla chiesa stessa. Se provate a dare un'occhiata all'elenco dei dogmi proclamati dalla chiesa cattolica, vi accorgerete che si tratta di una lista abbastanza lunga. Si va ad esempio dalla Trinità alla verginità perpetua di Maria; dall'esistenza del Purgatorio alla Transustanziazione; dall'immacolata concezione all'infallibilità papale e via andare, fino ad arrivare alla famosa Assunzione ferragostana.

In pratica, ogni volta che ci si è trovati davanti ad una cosa assurda, di quelle che si può provare a spiegare solo a rischio di essere internati in un reparto psichiatrico, la chiesa ci ha messo su un bel dogma. Che in pratica significa: non state tanto a lambiccarvi il cervello cercando di capire. E' così e basta: prendete tutto per buono che garantisco io.

Buon Ferragosto.

Nessun commento:

Posta un commento