giovedì 18 marzo 2021

Piccole odissee

Lunedì scorso, in azienda, mi sono sottoposto all'ormai rituale tampone (ci viene fatto fare ogni quindici giorni). Risultato: negativo. Mercoledì pomeriggio, cioè ieri, rientrando a casa dal lavoro mi sentivo stranamente caldo e mi sono quindi misurato la febbre: 37,2°. Alla sera, la temperatura era salita fino a 38° e mi era comparso un certo mal di testa. Sono rimasto perplesso; mal di testa e febbre sono infatti due dei più diffusi sintomi del covid, peccato che il tampone fatto appena due giorni prima fosse negativo. Certo, è anche possibile che l'avessi contratto tra lunedì mattina e mercoledì  pomeriggio, ma come eventualità mi sembrava abbastanza remota. 

Oggi mi accorgo casualmente della comparsa di uno sfogo cutaneo sulla fronte e mia moglie ipotizza che sia fuoco di sant'Antonio. Faccio una veloce googlata e scopro che il fuoco di sant'Antonio produce forti dolori e un fastidiosissimo prurito. Io non ho né prurito e né dolore, anzi, se non mi fossi guardato allo specchio non ne avrei neppure scoperto l'esistenza. Nel frattempo mi faccio spedire su WhatsApp, dal mio medico, l'impegnativa per sottopormi a un secondo tampone (che farò domattina privatamente) e ne approfitto per mandargli una foto del mio sfogo cutaneo (tranquilli, qui non la posto). Mi risponde immediatamente, con una certa nota di allarme nella voce, e mi dice che è effettivamente fuoco di sant'Antonio e che si trova anche in una brutta posizione (vicino all'occhio). Mi prescrive un antivirale da cominciare ad assumere subito. 

A questo punto, gli scenari che si prospettano sono due: o la febbre è causata dal covid, oppure è la risposta immunitaria al famigerato Herpes Zoster (fuoco di sant'Antonio). Potessi scegliere, preferirei sicuramente la seconda opzione, l'idea di trascorrere dieci giorni segregato nella camera non mi attira per niente.

19 commenti:

giorgio giorgi ha detto...

Sarà sicuramente un herpes. Auguri di pronta guarigione.

Andrea Sacchini ha detto...

Grazie, Giorgio.

siu ha detto...

Mi unisco calorosamente agli auguri di Giorgio, e intanto incrocio tutte le mie venti dita. Facci sapere... intanto un forte abbraccio!

Andrea Sacchini ha detto...

Grazie. Avrò il risultato nel pomeriggio.

Guchi chan ha detto...

In bocca al lupo! Spero per te sia colpa del fuoco di Sant'Antonio.

Andrea Sacchini ha detto...

Grazie. Alla fine ho fatto il molecolare e vorrà più tempo per l'esito (in media 72 ore).

Romina ha detto...

Auguri, Andrea. :)
Tienici aggiornati.

andynaz ha detto...

auguri, spero sia il santo fuoco. io ho avuto il covid a Novembre e sono stato a casa 20 giorni (con tutta la famiglia)... è stata dura, soprattutto perché con una bimba piccola era difficile farle passare le giornate

Andrea Sacchini ha detto...

Grazie, Romina.
Spero mi diano il risultato in giornata.

Andrea Sacchini ha detto...

Cavolo, venti giorni? Non ci voglio pensare!

andynaz ha detto...

Considera che il giorno dopo sarei potuto uscire comunque, perché senza sintomi dopo 21 giorni non si è più considerati contagiosi anche a fronte di un tampone positivo (se senza sintomi).
La cosa problematica era ovviamente stare a casa con la piccola, ma per fortuna Amazon Prime dà un periodo di prova gratuito di 30 giorni. 😀

Andrea Sacchini ha detto...

Ah, ok, ti sei salvato. :-)

Andrea Sacchini ha detto...

Tampone negativo! ^_^

siu ha detto...

Evviva!! Sono davvero contenta per te... e Famiglia ;-))
Ma i vari sintomi ce li hai ancora o sono spariti?
In ogni caso: buon week-end!

Andrea Sacchini ha detto...

Sono rimasti, generati dal F.d.S.A. Spero spariscano presto.
Ciao Siu, buon weekend anche a te. :-)

silvia ha detto...

l'ha avuto anche una mia amica poche settimane orsono, ma non ha patito molto perchè l'ha diagnosticato subito, come te, e la tempestività della cura è basilare. dicono che una causa scatenante può essere lo stress, ad esempio a mia madre è venuto il primo natale dopo la morte di papà, e alla mia amica quando ha sgomberato la casa natale dopo la morte dei genitori.

Enri1968 ha detto...

Ohi, sono contento stai meglio ora?

Andrea Sacchini ha detto...

Il fuoco di sant'Antonio è causato da un virus, generalmente già presente in forma latente nell'organismo, che he si "risveglia" a causa dell'indebolimento delle difese del sistema immunitario. Lo stress è effettivamente una delle possivili cause.

Andrea Sacchini ha detto...

Mah, insomma, diciamo che ancora manca parecchio a tornare in forma.
Ciao, Enri.

Retorica di guerra

È noto, o almeno dovrebbe essere noto, che le parole hanno un peso. A maggior ragione ha un peso la loro associazione, anche se spesso, comp...