sabato 4 giugno 2011

Tentare il tutto per tutto


L'ultima, disperata mossa del cavaliere per tentare di annullare il referendum sul nucleare - ha una paura boia che si raggiunga il quorum -, è il ricorso alla Corte Costituzionale. Quella che fino a ieri era da riformare perché "costituita in prevalenza da giudici che provengono dalla sinistra" e che abrogano leggi (secondo lui) "giuste".

3 commenti:

  1. io ho letto questo articolo de il post in cui mi pare di capire che se vince il si o meno per il nucleare non cambia molto.

    ho capito male io o è effettivamente così

    http://www.ilpost.it/2011/06/03/guida-ai-referendum-abrogativi/3/

    mi piacerebbe avere un tuo parere

    RispondiElimina
  2. Mah, non saprei di preciso. Da molte parti, ad esempio, si dice che un eventuale raggiungimento del quorum e conseguente vittoria dei "sì" avrebbe l'effetto di bloccare il nucleare per 5 anni, dopodiché il governo (questo o un altro) potrebbe riproporlo.

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

La Giornata della memoria (con un po' di storia)

A dire il vero non volevo scrivere niente sulla Giornata della memoria, perché tutto l'universo Internet ne parla e il mio contributo no...