lunedì 27 gennaio 2014

E il sangue?

Quindi l'Electrolux, scrive repubblica.it, per tenere aperti gli stabilimenti in Italia, avrebbe posto come condizione il taglio degli stipendi "da 1.400 euro al mese, a circa 700-800 euro. Non basta: servirebbe anche una riduzione dell'80% dei 2.700 euro di premio aziendali, la riduzione delle ore lavorate a 6, il blocco dei pagamenti delle festività, la riduzione di pause e permessi sindacali (-50%) e lo stop agli scatti di anzianità."
Ecco, credo manchi solo il prelievo forzoso del sangue e poi siamo a posto.

2 commenti:

andynaz ha detto...

mancherebbe anche la famosa "fettina di culo"...

Sbronzo di Riace ha detto...

aspetta a vedere quando verrà proposto il contratto nazionale servitù della gleba

Fede

Dibattere amichevolmente con un cattolico è sempre un esercizio intellettualmente stimolante, e la chiacchierata di ieri con un collega ne è...