venerdì 20 ottobre 2006

Qualcosa non torna...


C'è qualcosa che non mi torna.

Dopo la bagarre provocata dal test antidroga, che una troupe delle iene con un piccolo escamotage ha svolto su alcuni deputati (dal quale test è poi risultato che dei 50 "esaminati" 12 sono risultati positivi alla cannabis e 4 alla cocaina), i componenti del programma che hanno fatto il test ai politici sono finiti nel registro degli indagati per "violazione delle norme riguardanti la privacy".

Non entro nel merito della questione, sarà la magistratura a decidere degli eventuali illeciti commessi, ma, dicevo, c'è una cosa che non mi torna: possibile che in tutto questo casino nessuno abbia pensato di, non dico aprire un'inchiesta, ma almeno fare qualche indagine, tipo, non so, appurare come è arrivata la droga, chi la fornisce, ecc...?

Ho come l'impressione che si stia tentando di mettere i bastoni tra le ruote a chi rivela un possibile reato, e "salvaguardare" chi eventualmente l'ha commesso.

Naturalmente è un'impressione...

Nessun commento:

Retorica di guerra

È noto, o almeno dovrebbe essere noto, che le parole hanno un peso. A maggior ragione ha un peso la loro associazione, anche se spesso, comp...