giovedì 31 luglio 2014

Su Ebola

Per quanto riguarda la questione Ebola, adesso tutto sta a trovare la linea di demarcazione tra eccesso di allarmismo e reali motivi di preoccupazione.
(Poi, ovviamente, c'è la terza via: la strumentalizzazione della faccenda a fini propagandistici tipica di Salvini e soci, che ovviamente rimane la più stupida e pericolosa.)

Chiarezze



Fa piacere leggere che uno dei conflitti probabilmente più complessi, articolati e ricchi di sfaccettature dell'intera umanità per qualcuno sia chiarissimo. Ecco, in caso vi siate dimenticati, noi abbiamo avuto questa qui come ministro dell'Istruzione.
Per dire.

Il Nazareno segreto

Renzi, ritiratosi nella direzione del Pd dopo il ko del governo su un voto segreto di oggi, ha dichiarato, riguardo il famoso/famigeraro patto del Nazareno, che "è un atto parlamentare, può piacere o no, si può cambiare o no", rispondendo in questo modo alle critiche piovute da più parti riguardo la segretezza dell'accordo col pregiudicato.
A me non risulta che sia un atto parlamentare, ma una specie di accordo privato tra loro due dal quale è nato l'Italicum e quella specie di pasticcio che è la riforma del Senato. Se è vero che non è segreto e non contiene altro, perché non renderlo pubblico? Si taglierebbe una volta per tutte la testa al toro. E sarebbe magari l'occasione in cui Renzi potrebbe spiegare la frase "Dobbiamo votare l’abolizione del Senato perché nel patto c’è anche l’impegno a riformare insieme la giustizia", pronunciata dal delinquente pochi giorni dopo l'incontro. Ma credo si pretenda troppo.
(Piccola nota a margine: avete fatto caso, vero, alla parabola già pericolosamente discendente di Renzi?)

mercoledì 30 luglio 2014

La manovra d'autunno

Mentre in Senato litigano su una riforma che non interessa a nessuno, il Financial Times pronostica per l'autunno una manovra di oltre 20/30 miliardi di euro o, in alternativa, un prelievo forzoso su conti e pensioni. I motivi sono principalmente dovuti al flop delle privatizzazioni (il caso più eclatante è quello di Poste Italiane, che avrebbe dovuto essere quotata in borsa quest'anno facendo entrare in cassa al Tesoro oltre 4 miliardi di euro: tutto rimandato al prossimo anno, forse). Ovviamente non vi dovete preoccupare: questa cosa qui non la trovate sui media perché non si può disturbare il manovratore. E poi i giornali sono già impegnati con le cretinate di Tavecchio e le polemiche sulla balosa della Pausini.

Estate?



Magari si rischia di cadere nella monotonia, se non addirittura nella pedanteria, ma, anche andando indietro con la memoria, non si riesce - io almeno non ci riesco - a trovare un luglio così. Non ho un termometro da mettere fuori, ma così, a spanne, in questo momento ci saranno a esagerare 17 massimo 18°; l'ennesimo temporale è appena terminato e già se ne preannuncia un altro. Si è alzata un'aria talmente fresca che tra un po' mi tocca mettere una felpa, e siamo il 30 di luglio.
Mah...

Oltre L'Unità

L'Unità muore oggi. Europa, l'altro quotidiano del Pd, se non interverrà qualcuno non sopravviverà all'estate.

martedì 29 luglio 2014

Alla fine

Alla fine, credo che la classe dirigente che ha governato l'Italia nell'ultimo ventennio, e forse anche di più, abbia potuto farlo grazie all'ignoranza e all'ignavia di gran parte di quelli che andavano a votare. L'ignoranza assieme all'ignavia credo siano un mix micidiale, in grado di radere al suolo qualsiasi concetto di democrazia. Forse sono addirittura più pericolose di un colpo di stato, perché un colpo di stato è palese, è lì, si verifica sotto gli occhi di tutti, mentre l'ignoranza e l'ignavia sono più subdole, più difficili da isolare e vedere chiaramente. Prendete il Salvini di ieri, ad esempio, quello a cui ho risposto nell'immagine che vedete alcuni posto più sotto. L'esponente della lega ha detto una cazzata, e cioè che la dispoccupazione è causata dall'immigrazione. È una corbelleria bella e buona, e non perché si simpatizzi per gli immigrati e si detesti il Salvini (oddio, almeno non solo per quello), ma perché l'assunto di Salvini è sbagliato dati alla mano. Punto. Per capire che si tratta di una corbelleria - mi riferisco a chi non lo sapesse già di suo - sono sufficienti Google e una tastiera, nient'altro. Eppure, andatevi a leggere i commenti a quel post: sono tutto un gorgheggiare di "bravo Salvini", "vai avanti così", "tu sì che dici le cose come stanno" e via di questo passo. A parte me e altri due o tre cani sciolti, ci fosse stato uno che gli abbia fatto notare l'immane cazzata.
Quali sono i motivi? I due che ho menzionato sopra: l'ignoranza (ossia il non sapere che le cause della disoccupazione non sono quelle e quindi prendere per buona a priori la teoria strampalata di Salvini) e l'ignavia (ossia il non aver voglia di perdere un minuto di tempo per andare a verificare). Salvini, e tutta la pletora di politici che imperversano nei sacri palazzi da almeno quattro lustri, contano su questi due fattori per perpetuare la loro (sostanzialmente inutile) presenza lì: sanno che possono dare a bere al popolo bue qualsiasi cretinata perché tanto quest'ultimo non se ne accorge. Quindi possono continuare a raccontare palle, a rivolgersi alla pancia della gente perché tanto il cervello è latitante, possono continuare a imbastire pompose campagne elettorali basate su una marea di promesse perlopiù irrealizzabili (e regolarmente non realizzate). Perché Salvini - dico Salvini ma mi riferisco a tutta la compagine di ogni schieramento - ha ottenuto i voti per diventare europarlamentare? Perché la marea di palle che quotidianamente racconta vengono prese per buone, nessuno o quasi si mette lì a verificare, e se anche a qualcuno viene il dubbio, lascia perdere perché Salvini dice le cose che la sua pancia vuole sentire.
Pensate a cosa succederebbe se i politici avessero al loro seguito gente che facesse loro notare ogni cazzata che dicono, invece di tante pecore belanti e ossequianti. Avremmo i Salvini e i Borghezio in Europa? Avremmo gentaglia come Berlusconi ancora lì a dettare regole? No, non le avremmo. Ma questo succederà solo quando la gente avrà preso tastiera e Google prima di andare a votare. Diversamente non potremo lamentarci di alcunché.
E scusate se ho scoperto l'acqua calda.

Medioevo del terzo millennio

Quindi, nel comune di Tosi se un insegnante parla in classe di diritti degli omosessuali è passibile di segnalazione al comune. E perché?

lunedì 28 luglio 2014

Guerre di seconda categoria

In Libia la guerra civile che sta imperversando da un paio di settimane ha già fatto oltre 100 morti e più di 400 feriti. Il governo libico ha dichiarato, dopo gli incendi ai depositi di benzina di oggi, che esiste un "serio rischio di catastrofe umanitaria e ambientale." Eppure in questi giorni non ho visto un solo post o link, su fb o altrove, che ne parli. Evidentemente esistono guerre di serie a e serie b.

Domande e risposte