sabato 29 agosto 2020

Domande che resteranno senza risposte

Un giorno ci chiederemo come è stato possibile che uno come Sgarbi sia stato elevato a ruolo di maître-à-penser invece di restare relegato nell'irrilevanza in cui meriterebbe di stare. L'ideale sarebbe chiederlo a Maurizio Costanzo.

6 commenti:

sull’amaca.it ha detto...

Mammamia.

Insopportabile.

Andrea Sacchini ha detto...

Come la sua ordinanza.

giorgio giorgi ha detto...

A dire la verità io me lo sono chiesto dalle prime volte che l'ho visto tenere programmi sulla tv di Berlusconi 25 anni fa. Mi sono risposto: audience, audience, audience, parlare alla pancia delle persone: più che un maestro di pensiero, un ignorante di pancia (che ha studiato l'arte).

Andrea Sacchini ha detto...

Sì, lo ricordo anch'io. All'epoca teneva una breve trasmissione, più o meno all'ora di pranzo o nel primo pomeriggio, in cui spargeva fango sulla magistratura. Ho vaghi ricordi ma tutti negativi.

Laura ha detto...

Sono d'accordo con te , Andrea . Sgarbi è uno che gli piace ascoltarsi e arrabbiarsi . Io cambio canale .
Non lo sopporto .
Buona giornata . Laura

Andrea Sacchini ha detto...

Come darti torto?
Ciao Laura.

Retorica di guerra

È noto, o almeno dovrebbe essere noto, che le parole hanno un peso. A maggior ragione ha un peso la loro associazione, anche se spesso, comp...