sabato 10 dicembre 2016

Il maglione dell'Agnese

La polemica sul maglione di Agnese Landini credo vada inquadrata nell'ampia categoria di quelle polemiche che si potrebbero tranquillamente evitare - e Dio solo sa quante ce ne sono! - se la gente che sta tutto il giorno sui social in mancanza di meglio da fare occupasse il tempo in maniera più produttiva. I libri, ad esempio, sono un ottimo rimedio contro il cazzeggio improduttivo su facebook. Possono andare bene anche l'ultimo di Fabio Volo o la biografia del Dibba: in certi casi non serve stare troppo a sottilizzare. Per i refrattari ai libri, suggerisco altrimenti l'acquisizione dell'arte di suonare uno strumento musicale, una roba che fa miracoli. Senza buttarsi a capofitto sull'oboe o il controfagotto, che magari non sono proprio i più adatti ai novizi delle sette note, consiglio la chitarra. Un semplice giro di Do Maggiore, la struttura armonica su cui sono imperniate 7 o 8 miliardi di canzoni nel mondo, si impara in un quarto d'ora, e una chitarra per principianti si trova in qualsiasi negozio di strumenti musicali spendendo appena un po' di più di ciò che serve per il libro del Dibba. La musica non fa per voi? C'è sempre la bicicletta, il golf, la zumba; so perfino dell'esistenza di corsi di uncinetto acrobatico. Davvero, pensateci.
Non avete idea di quanto potreste guadagnarci in qualità della vita se smetteste di rompere il cazzo alla signora Agnese per come si veste.

1 commento:

  1. Bel post. Due risate ogni tanto ci stanno :-)

    RispondiElimina