mercoledì 3 giugno 2015

(...)

Riassunto schematico:
- tre ragazzi romani entrano in un bar
- nel bar c'è un ragazzo rumeno che se ne sta tranquillo per i fatti suoi
- i tre provocano volutamente il ragazzo, utilizzando espressioni a sfondo razzista, con lo scopo di cercare la rissa
- il ragazzo reagisce
- ne nasce una collutazione in cui i tre (contro uno) malmenano, insultano e accoltellano il malcapitato tranciandogli due dita. Il tutto nell'indifferenza del gestore del bar, dei presenti e dei passanti.
Non credo serva commentare. Ah, Giornalettismo e il Messaggero specificano che i tre provocatori (merde) appartengono a un'organizzazione neofascista.
Tutto torna.

Nessun commento:

Posta un commento

Bruno Vespa

Se durante la mia lunga carriera di lettore qualcuno mi avesse detto che sarebbe arrivato un giorno in cui avrei letto un libro di Bruno Ves...