sabato 31 marzo 2012

La danza della pioggia

I secoli e i millenni passano, ma la tribalità e i selvaggi rimangono. Vallo a spiegare, a quei buontemponi che credono ancora in Eolo e Giove, timidamente mascherati da Dio Padre, che il vento e la pioggia sono fenomeni regolati dalle leggi della fisica, e non dai capricci delle divinità, dell’Olimpo o del Sinai che siano.

(via odifreddi.blogautore.repubblica.it)

Nessun commento: