giovedì 6 ottobre 2016

Benigni

Per come la vedo io, insultare Benigni per essersi schierato per il sì lo trovo abbastanza riprovevole. Io voterò no, un no convinto, e voterò così non perché mi stia sulle scatole Renzi o perché lo consideri qualcosa di meno di un pagliaccio, anche se entrambe le cose sono vere, ma perché mi sono documentato per benino e questa riforma costituzionale la trovo pessima. Se altri ritengono che sia buona non vedo perché non abbiano il diritto di dirlo. Benigni a me è sempre piaciuto, sia come attore che come comico, e continuerà a piacermi comunque, nonostante la palese contraddizione insita in chi ha dileggiato Berlusconi per vent'anni e poi invita a votare una riforma che è esattamente quella che avrebbe voluto fare lui senza esserci mai riuscito. Chi insulta altri a causa di opinioni diverse dalle proprie, forse è il caso che un esamino di coscienza se lo faccia.

3 commenti:

Anonimo ha detto...


c'è anche da dire, che a parte la totale incoerenza di benigni, per i motivi che hai citato te, egli è un personaggio pubblico da molte persone idolatrato per cui sarebbe il caso di motivare ciò che fa invece di inculcare la paura e condizionare le tante persone che sono disposte a votare sì perché lo dice Benigni.
Secondo me i personaggi pubblici e i vip dovrebbero tenersi per se le loro scelte politiche.
siccome soon considerati divinità il rischio è che la gente possa votare come dicono loro per fede.
non è una bella cosa.

Andrea Sacchini ha detto...

In parte concordo, ma da che mondo è mondo personaggi più o meno noti hanno quasi sempre espresso le loro idee politiche. In fin dei conti l'art. 21 non fa distinzioni tra personaggi noti e personaggi comuni.

Anonimo ha detto...

si ma molti di quelli che hanno espresso idee politiche non se ne sono usciti con la sparata di Benigni secondo cui l'Italia rischia di uscire dall'UE o la brexit in caso di vittoria del nord.
almeno alcuni di questi sedicenti vip hanno avuto il buon senso di spiegare le ragioni del sì senza dire castronerie.
Benigni no.
e creare allarme o panico mi pare ugualmente sia reato.

lui ha detto, testuali parole: " «Se vince il no il giorno dopo ti immagini? Il morale va a terra»
«sarebbe peggio della Brexit», per questo «è indispensabile che vinca il sì»
«I costituenti stessi - ha aggiunto - hanno auspicato di riformare la seconda parte, poi c’è la maniera di migliorarla, ma se non si parte non è, come qualcuno dice, la riformeremo dopo, non accadrà più».

http://www.lastampa.it/2016/10/05/italia/politica/benigni-il-no-vince-al-referendum-peggio-della-brexit-w8T9SvEGKL6w5yMmlMqjrK/pagina.html

se deve dire ste minchiate allora è meglio se si mette a fare il buffone, tastando le parti basse a Baudo o sbaciucchiando qualcuno in tv.

forse è l'unica cosa che sa fare
ma no. lui deve sparare cavolate. lui è un vip e se lo dice lui vuol dire che è vero.