giovedì 7 gennaio 2021

Addii dolorosi

Furono in tanti a pronosticare che l'uscita di scena di Trump non sarebbe stata indolore, e questo già prima che iniziasse la competizione elettorale terminata a novembre con la vittoria di Biden. Molti di meno, probabilmente nessuno, si aspettava che l'epilogo avrebbe assunto tali dimensioni di tragicità. Eppure la cosa non deve stupire, ma era semmai da mettere in conto.

Trump abbiamo imparato a conoscerlo bene. Senza spendersi in inutili edulcorazioni, lui incarna nella sua persona razzismo, sovranismo, complottismo, violenza, disprezzo per le regole, e il suo "esercito" non può che essere formato da persone che a loro volta incarnano le stesse caratteristiche. Se per quattro anni, ogni giorno, vomiti via social complottismo, razzismo e violenza verbale; se quotidianamente additi al pubblico ludibrio i tuoi "nemici", crei quella dicotomia manichea che alla fine, disperatamente, fornisce l'input a quell'"esercito" per uscire dai social e passare all'azione.

Credo che gli USA abbiano parecchio da imparare e parecchio su cui interrogarsi dopo ciò che è successo tra questa notte e oggi a Washington. E anche noi, qua, sarà il caso che qualche riflessione la facciamo.

14 commenti:

  1. Pensa che, come ben saprai, c'è un personaggio politico italiano (ma non soltanto lei) che voleva esportare il Modello Trump anche qui in Italia...

    RispondiElimina
  2. Sì, una vaga speranza che questo disastro assurdo aiuti a far perdere adepti a tutti i pifferai magici presenti e futuri accarezza anche me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah, io per natura sono abbastanza pessimista. Stiamo a vedere.

      Elimina
  3. chissà se l'odierna vertiginosa, tardiva, e anche un po' vigliacca, retromarcia di Trump (ha ammesso la vittoria di Biden, ha condannato le violenze dei suoi adepti, ha auspicato una transizione pacifica tra i due presidenti) è stata dettata dal timore dell'impeachment o da quello di non poter più accedere a twitter (visto il basso livello morale di questo individuo opto per la seconda ipotesi)
    massimolegnani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so da cosa sia stata dettata. Può darsi che anche chi è abituato a non voler vedere ciò che è sotto gli occhi, alla fine debba accettare la realtà. Chissà...

      Elimina
  4. D'accordo però attendo di leggere le tue riflessioni in merito alla somiglianza tra l'America e il nostro stato attuale.

    RispondiElimina
  5. Trump ha semplicemente detto quello che gli conveniva in quel momento, pronto a rimangiarlo non appena gli converrà il contrario.

    RispondiElimina
  6. ..e da noi qualcuno si è lamentato per il divieto di accesso a Trump su twitter e l'oscuramento su alcuni canali tv...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Twitter gli è stato chiuso definitivamente. Come chiudere la stalla quando ormai i buoi sono scappati.

      Elimina
  7. checché se ne dica Trump è stato il più grande presidente che gli Usa abbiano mai avuto. Modello indiscusso per la destra italiana e di tutto il mondo

    RispondiElimina

Bruno Vespa

Se durante la mia lunga carriera di lettore qualcuno mi avesse detto che sarebbe arrivato un giorno in cui avrei letto un libro di Bruno Ves...