lunedì 8 agosto 2016

Sputare sul crocifisso

Vorrei far notare alla signora Meloni, che s'indigna perché tre musulmani (lo scrive Libero, quindi prendete la notizia con le pinze) avrebbero sputato su un crocefisso in una chiesa, che ci sono molti modi di sputare su Cristo, oltre a quello, sicuramente da condannare, riportato da Libero. Uno, ad esempio, è ignorare alcune cosette che avrebbe detto il summenzionato Cristo. Cose tipo "Ero straniero e mi avete ospitato" (Mt 25,35); oppure quando Cristo risponde a chi gli chiedeva lumi: "Ogni volta che non avete fatto queste cose a uno di questi miei fratelli più piccoli non l'avete fatto a me" (Mt 25, 44-45).
C'è modo e modo di sputare su Cristo, quel Cristo di cui su fb la signora Meloni prende le difese a spada tratta, e uno dei più subdoli è farlo con l'ipocrisia di chi ne prende le difese in chiave esclusivamente razzista e intollerante. Vorrei anche far notare alla signora Meloni che quelli come lei, che fanno i belli fuori ma sono marci dentro, sono quelli che nei vangeli a Cristo stanno più sulle palle.
E la cosa ironica della faccenda è che a far notare 'ste cose alla Meloni sia un ateo impenitente come lo scrivente.

2 commenti:

  1. infatti, questi che si strappano i capelli per le nostre "radici cristiane", la carità cristiana e i fondamenti della religione cristiana e dell'insegnamento di Cristo - e da atea cerco di insegnare ai miei figli che è stato un personaggio storico molto importante, che ha detto cose rivoluzionarie e bellissime ed è morto per i suoi ideali - non sa neanche dove siano di casa.

    RispondiElimina