domenica 29 dicembre 2013

"Per me puoi pure morire domani"

Ho dato una letta alla vicenda di Caterina Simonsen, la ragazza a cui è stata augurata la morte perché, gravemente malata, ha difeso la sperimentazione sugli animali. Credo che tutta la vicenda sia sintomo chiaro ed evidente dell'immaturità dilagante, che nel caso specifico si manifesta con l'arroganza, la protervia e il fanatismo acritico di chi, da una parte e dall'altra, difende le proprie posizioni.
Il giorno in cui in questo paese si riuscirà a discutere serenamente di qualsiasi argomento, senza ricorrere agli insulti e agli auguri di morte, sarà un giorno da segnare sul calendario.

Nessun commento:

Posta un commento

Numeri e spaccature

Naturalmente non è vero niente che "ho i numeri ma non voglio spaccare il paese". Molto più semplicemente, la campagna acquisti in...