venerdì 16 giugno 2017

Come i cani

Si sono avvicinati (per caso? Mah...), si sono guardati, hanno cominciato a scodinzolare, ad annusarsi; come i cani, avete presente? Poi e' stato amore, che ha avuto la sua sublimazione definitiva dopo il flop alle amministrative di domenica scorsa. E siccome ogni volta che qualcuno prende una bastonata nei denti ha immediatamente bisogno di recuperare, dopo essersi leccato (a proposito di cani) e rammendato alla bell'e meglio le ferite si butta in quello che da sempre e' un porto sicuro per il recupero veloce di consensi: lo sfruttamento della paura e della xenofobia. Quindi, subito una rapida e tonificante demonizzazione di immigrati e Rom e, come ciliegina sulla torta, niente appoggio allo Ius Soli, cosa che ha scatenato orgasmi multipli a quello della felpa, il quale ha prontamente abbracciato i nuovi partners.
Come i cani per strada. Magari all'inizio sono un po' diffidenti. Ma passa subito.

Nessun commento:

Posta un commento