venerdì 27 marzo 2015

730

Per il secondo anno consecutivo il mio 5x1000 l'ho dato a Wikimedia Italia, perché quelli di Wikipedia sono dei grandi e se lo meritano. L'8x1000 l'ho invece dato ai Valdesi perché è l'unico modo per bypassare il meccanismo truffaldino di attribuzione che assegna alla chiesa cattolica anche l'eventuale inoptato - e poi i Valdesi mi piacciono, e mi piace anche il modo in cui utilizzano i fondi a loro devoluti.
La tipa del CAF mi ha quindi chiesto se desiderassi firmare per destinare il 2x1000 ai partiti politici, poi si è messa a ridere da sola e ovviamente io ho riso con lei ("non hanno proprio la faccia..." ha poi commentato).
E anche per quest'anno il 730 è fatto.

9 commenti:

  1. quando tu scegli comunque concorri a determinare la ripartizione dell'inoptato in proporzione delle scelte fatte

    se si fosse sicuri sull'effettivo utilizzo della quota statale per fini laici allora bisognerebbe darlo allo Stato

    RispondiElimina
  2. >quando tu scegli comunque concorri a determinare la ripartizione dell'inoptato in proporzione delle scelte fatte

    Vero, ma dandolo ai Valdesi, o a qualsiasi altro soggetto ad esclusione di stato e chiesa cattolica, ho la certezza che il mio 8x1000 non va né all'uno né all'altra, diversamente no.

    RispondiElimina
  3. guarda non vorrei sbagliare ma la ripartizione avviene così

    http://it.wikipedia.org/wiki/Otto_per_mille#Ripartizione_del_gettito

    c'è un però, un soggetto può anche decidere di rifiutare la parte relativa all'inoptato accettando solo quella parte derivante dalle scelte espresse

    sul sito dell'uaar avevo letto che i valdesi rifiutano la parte dell'inoptato devolvendola allo stato

    http://www.uaar.it/uaar/documenti/131.html

    a meno che non abbiano cambiato idea

    RispondiElimina
  4. Beh, sia come sia, quello che a me interessa è che la mia quota non vada alla chiesa cattolica, e l'unico modo per fare ciò è devolverlo specificamente a qualcun altro. E poi i valdesi mi stanno anche simpatici. :)

    RispondiElimina
  5. avevo letto che i Valedesi avevano smesso di rifiutare la loro parte di inoptato, dato che lo Stato lo usava in modo non consono (mi pare, per finanziare le operazioni di guerra?)

    RispondiElimina
  6. Mmh... mi cogli alla sprovvista, dovrei andare a guardare.

    RispondiElimina
  7. qui
    http://it.wikipedia.org/wiki/Otto_per_mille#Otto_per_mille_non_espressamente_destinato_dai_contribuenti
    non includono i Valdesi tra le confessioni che rinunciano (subito dopo la prima tabella):

    Anche l'otto per mille dell'IRPEF di chi non esercita l'opzione viene distribuito, salvo loro rinuncia, tra i beneficiari, in proporzione alle scelte espresse. Oggi 8 soggetti su 10 accedono alla ripartizione della quota non espressa: la rinuncia è esercitata dalla Chiesa Apostolica in Italia, che ha scelto di non partecipare alla ripartizione delle quote non espresse, e dalle Assemblee di Dio in Italia, che invece devolvono la loro quota allo Stato.

    RispondiElimina
  8. anche qui non citano i Valdesi tra i rinunciatari

    RispondiElimina